alberi sempreverdi Magnòlia (Magnolia)
Magnòlia (Magnolia)

La Magnòlia (Magnolia), originaria dell'Asia, America, Antille e Filippine comprende circa 80 specie ed è un Albero o arbusto a foglia sempreverde o caduca.
Le foglie sono di varia forma, più o meno coriacee, ovali, lanceolate, strette e lunghe, con margini lisci o ondulati, di color verde vivo o verde scuro; talvolta le foglie presentano una diversa colorazione tra pagina superiore e inferiore che a volte è anche coperta da una leggera peluria.
I fiori sempre grandi e appariscenti, a forma di coppa più o meno chiusa, spesso sono profumati e sono nei colori che vanno dal bianco al rosa, dal lilla-rosato al porpora; per alcune specie la fioritura è su rami privi di foglie.
Si utilizza per la decorazione di giardini grandi e piccoli, mentre è sconsigliata la coltura in vaso.
La piantagione si effettua in autunno o a fine inverno in terreno profondo, fresco, in grado di trattenere una certa dose do umidità, preferibilmente acido.

Non va potata: la Magnolia necessita di poche cure ed è quindi di facile coltura, ma ha alcune esigenze che vanno rispettate. Desidera preferibilmente terreno acido, soffice e assorbente, quindi misto ad 1/3 di torba, e posizioni riparate e semiombreggiate. Visto il breve periodo di fioritura della pianta, la bellezza di quest'ultima è affidata anche al suo generale aspetto ordinato e rigoglioso. Va quindi regolarmente concimata in autunno con letame o concime organico in granuli e, in primavera, con almeno 2-3 concimazioni a distanza di 15 gg con concime menerale completo solubile in acqua o estratto di alghe da aggiungere all'acqua delle annaffiature. Queste ultime vanno poi regolate in base all'andamento della stagione. L'importante è che il terreno non sia mai troppo arido e che conservi sempre una certa dose di umidità. Non necessita di potature se non per quelle di normale riordino per eliminare eventuali rami secchi.
Le Magnolie potrebbero essere divise in 2 gruppi: quelle a portamento arboreo e quelle a portamento arbustivo.
A portamento arboreo:

Magnolia grandiflora: sempreverde, può essere alta anche 30 m ed è forse la specie più diffusa nel nostro Paese. Fiorisce dall'estate all'autunno con grandi corolle bianche, molto profumate. Le foglie, coriacee, sono verde scuro lucido nella pagina superiore e color ruggine in quella inferiore.
Magnolia obovata: a foglia caduca, alta anche 20 m ha rami particolarmente contorti e chioma arrotondata; fiorisce in primavera sui rami spogli con corolle bianco-crema profumate.
Magnolia campbellii: a foglia caduca, alta anche 50 m, ha fiori profumati che vanno dal rosa al cremisi, che appaiono prima delle foglie. Non sopporta inverni troppo rigidi.
Magnolia macrophylla: a foglie caduche, grandissime, lunghe anche 90 cm e larghe 30 cm. I fiori profumati sono bianco-avorio con sfumatura porpora verso la base dei petali e fiorisce nella tarda primavera.

A portamento arbustivo:

Magnolia liliflora: a foglia caduca, alta 4 m, fiorisce da aprile a giugno con corolle simili a coppe chiuse, bianche all'interno e porpora all'esterno. La fioritura avviene prima della comparsa delle foglie.
Magnolia delavayi: sempreverde, alta anche 10 m, fiorisce in maggio con corolle a coppa bianco-crema, profumate. Questa specie sopporta anche il terreno calcareo ma non le zone ventose e fredde.
Magnolia kobus: a foglia caduca, alta anche 8 m, fiorisce in aprile con piccoli fiori profumatissimi color bianco-avorio.
Magnolia stellata: a foglia caduca, alta 3-4 m, fiorisce in marzo-aprile con bei fiori bianchi, rosa o porpora molto aperti e con numerosi petali stretti disposti a raggiera. Vuole terreno decisamente acido.
Magnolia sieboldii: a foglia caduca, fiorisce in maggio con fiori semipenduli a coppa.
Magnolia soulageana: è un ibrido a foglia caduca, alto 5 m  e fiorisce in aprile. I fiori compaiono prima delle foglie e sono molto grandi a coppa, bianchi all'interno e rosa all'esterno. Non è raro che, in estati particolarmente calde e lunghe, possa emettere qualche fiore anche a fine estate.
Magnolia virginiana: sempreverde, alta 2-4 m, fiorisce in maggio con corolle profumate color bianco-crema.
Magnolia wilsonii: a foglia caduca, alta 6 m, fiorisce in maggio-giugno con grandi corolle bianche con stami rosa, profumate.


riproduzione: si effettua per margotta da eseguire in giugno o in ottobre
esposizione:
fioritura: in primavera, estate o autunno a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Camassia

Camassia, genere di 5-6 specie di piante bulbose. Il nome del genere deriva da un termine indiano-americano, col quale viene indicata una delle specie, impiegata a scopo alimentare dai pellerosse delle zone occidentali ........

Cardiocrinum

Cardiocrinum, genere di 3 specie di piante perenni, bulbose, rustiche, affini al genere Lilium dal quale si differenziano per il fatto che i bulbi si esauriscono dopo la fioritura e le piante muoiono. Altra differenza è ........

Luzula

Luzula, genere di 80 specie di piante erbacee perenni, appartenenti alla famiglia delle Juncaceae, diffuse nelle regioni temperate e temperato-fredde. Le specie descritte sono adatte alla coltivazione nei giardini rocciosi ........

Helenium (Elenio)
Helenium (Elenio): genere di 40 specie di piante erbacee, annuali e perenni, ristiche, a fioritura molto abbondante. Producono capolini molto durevoli, con disco globoso, prominente. Data la loro altezza e il fatto ........

Erianthus

Erianthus, genere di 28 specie di piante erbacee di grandi dimensioni, originarie dell'America tropicale, dell'Europa meridionale, dell'Asia e dell'Africa. La specie descritta può essere utilizzata come l'erba delle Pampas, ........

 

Ricetta del giorno
Riso Basmati con peperoni
Lessare il riso per 15 minuti in una pentola con acqua bollente ovviamente salata, scolarlo e versarlo in una insalatiera. Condire con 2 cucchiai di olio ....
sono presenti 543 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Callicarpa
Callicarpa: genere di 140 soecie di arbusti e piccoli alberi a foglie decidue. La maggior parte delle specie sono tropicali, ma quelle descritte sono rustiche e possono essere coltivate all'aperto in quasi tutta Italia, ........

Abutilon

Abutilon, genere che comprende più di 100 erbacee, arbusti e piccoli alberi, appartenenti alla famiglia delle Malvacee, originari dell’America Centrale. Per la maggior parte si tratta di piante semirustiche e delicate che ........

Cistus (Cisto)

Cistus (Cisto), genere di circa 20 specie di arbusti  sempreverdi, diffusi allo stato spontaneo nelle regioni mediterranee. Si tratta di piante molto ornamentali, con fiori semplici, simili a quelli delle rose selvatiche, ........

Portulacaria

Portulacaria, genere comprendente 2 specie di piante arbustive a foglie succulente, appartenenti alla famiglia delle Portulacaceae, originarie del Sud-Africa. La specie descritta può essere coltivata all’aperto solo nelle ........

Aërangis

Aërangis, genere di 70 specie di orchidee sempreverdi, epifite e perenni, appartenenti alla famiglia delle Orchidacee. Di origine tropicale, sono orchidee che vanno coltivate in serra calda. Il fusto, breve ed eretto, porta ........


alberi sempreverdi Magnòlia (Magnolia)
Magnòlia (Magnolia)

La Magnòlia (Magnolia), originaria dell'Asia, America, Antille e Filippine comprende circa 80 specie ed è un Albero o arbusto a foglia sempreverde o caduca.
Le foglie sono di varia forma, più o meno coriacee, ovali, lanceolate, strette e lunghe, con margini lisci o ondulati, di color verde vivo o verde scuro; talvolta le foglie presentano una diversa colorazione tra pagina superiore e inferiore che a volte è anche coperta da una leggera peluria.
I fiori sempre grandi e appariscenti, a forma di coppa più o meno chiusa, spesso sono profumati e sono nei colori che vanno dal bianco al rosa, dal lilla-rosato al porpora; per alcune specie la fioritura è su rami privi di foglie.
Si utilizza per la decorazione di giardini grandi e piccoli, mentre è sconsigliata la coltura in vaso.
La piantagione si effettua in autunno o a fine inverno in terreno profondo, fresco, in grado di trattenere una certa dose do umidità, preferibilmente acido.

Non va potata: la Magnolia necessita di poche cure ed è quindi di facile coltura, ma ha alcune esigenze che vanno rispettate. Desidera preferibilmente terreno acido, soffice e assorbente, quindi misto ad 1/3 di torba, e posizioni riparate e semiombreggiate. Visto il breve periodo di fioritura della pianta, la bellezza di quest'ultima è affidata anche al suo generale aspetto ordinato e rigoglioso. Va quindi regolarmente concimata in autunno con letame o concime organico in granuli e, in primavera, con almeno 2-3 concimazioni a distanza di 15 gg con concime menerale completo solubile in acqua o estratto di alghe da aggiungere all'acqua delle annaffiature. Queste ultime vanno poi regolate in base all'andamento della stagione. L'importante è che il terreno non sia mai troppo arido e che conservi sempre una certa dose di umidità. Non necessita di potature se non per quelle di normale riordino per eliminare eventuali rami secchi.
Le Magnolie potrebbero essere divise in 2 gruppi: quelle a portamento arboreo e quelle a portamento arbustivo.
A portamento arboreo:

Magnolia grandiflora: sempreverde, può essere alta anche 30 m ed è forse la specie più diffusa nel nostro Paese. Fiorisce dall'estate all'autunno con grandi corolle bianche, molto profumate. Le foglie, coriacee, sono verde scuro lucido nella pagina superiore e color ruggine in quella inferiore.
Magnolia obovata: a foglia caduca, alta anche 20 m ha rami particolarmente contorti e chioma arrotondata; fiorisce in primavera sui rami spogli con corolle bianco-crema profumate.
Magnolia campbellii: a foglia caduca, alta anche 50 m, ha fiori profumati che vanno dal rosa al cremisi, che appaiono prima delle foglie. Non sopporta inverni troppo rigidi.
Magnolia macrophylla: a foglie caduche, grandissime, lunghe anche 90 cm e larghe 30 cm. I fiori profumati sono bianco-avorio con sfumatura porpora verso la base dei petali e fiorisce nella tarda primavera.

A portamento arbustivo:

Magnolia liliflora: a foglia caduca, alta 4 m, fiorisce da aprile a giugno con corolle simili a coppe chiuse, bianche all'interno e porpora all'esterno. La fioritura avviene prima della comparsa delle foglie.
Magnolia delavayi: sempreverde, alta anche 10 m, fiorisce in maggio con corolle a coppa bianco-crema, profumate. Questa specie sopporta anche il terreno calcareo ma non le zone ventose e fredde.
Magnolia kobus: a foglia caduca, alta anche 8 m, fiorisce in aprile con piccoli fiori profumatissimi color bianco-avorio.
Magnolia stellata: a foglia caduca, alta 3-4 m, fiorisce in marzo-aprile con bei fiori bianchi, rosa o porpora molto aperti e con numerosi petali stretti disposti a raggiera. Vuole terreno decisamente acido.
Magnolia sieboldii: a foglia caduca, fiorisce in maggio con fiori semipenduli a coppa.
Magnolia soulageana: è un ibrido a foglia caduca, alto 5 m  e fiorisce in aprile. I fiori compaiono prima delle foglie e sono molto grandi a coppa, bianchi all'interno e rosa all'esterno. Non è raro che, in estati particolarmente calde e lunghe, possa emettere qualche fiore anche a fine estate.
Magnolia virginiana: sempreverde, alta 2-4 m, fiorisce in maggio con corolle profumate color bianco-crema.
Magnolia wilsonii: a foglia caduca, alta 6 m, fiorisce in maggio-giugno con grandi corolle bianche con stami rosa, profumate.


riproduzione: si effettua per margotta da eseguire in giugno o in ottobre
esposizione:
fioritura: in primavera, estate o autunno a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su