piante da interni appartamento Aglaonema
Aglaonema

Aglaonema, genere di 50 specie di piante d’appartamento o da serra perenni e sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Aracee. Sono originarie delle zone tropicali e richiedono un ambiente caldo e umido e una posizione soleggiata. Hanno foglie variegate, ovali ed oblunghe, lanceolate, che sono poi l’aspetto più decorativo della pianta. I fiori sono simili a quelli dell’Arum, ma meno vistosi. Quasi tutte le varietà sono di dimensioni contenute, alte circa 15 cm e del diametro di 20-30 cm, ad eccezione della varietà Oblongifolium che raggiunge anche il metro d’altezza.

Trattandosi di una pianta di origine tropicale le Aglaonema richiedono un ambiente caldo e umido, a una temperatura non inferiore ai 15° C, in estate comunque si deve ventilare quando la temperatura supera i 21° C. Necessita di un terreno umido e ricco, torboso. Si mettono a dimora a marzo e vanno poi rinvasate ogni due anni in marzo-aprile, mentre negli altri anni si deve somministrare mensilmente e durante il periodo della crescita della pianta, un fertilizzante liquido, seguendo le indicazioni presenti sulla confezione del prodotto.

Aglaonema commutatum: pianta originaria delle Filippine e della Malacca, ha foglie lanceolate, verde scuro macchiate di grigio-argento. Fiorisce in luglio con spate bianche, lunghe circa 3 cm, seguite da bacche rosso scuro.
Aglaonema costatum: pianta originaria della Malacca, ha foglie a forma di cuore, venate di avorio e macchiate di bianco. I fiori, delle spate bianche lunghe circa 3 cm, compaiono in luglio.
Aglaonema oblongifolium: pianta originaria della Malacca, è la più alta e raggiunge il metro di altezza. Ha foglie verde scuro macchiate di argento e spate verde chiaro, quasi bianche che compaiono in luglio. La varietà più diffusa è la Oblongifolium curtisii.
Aglaonema pictum: pianta originaria della Malacca e di Sumatra, ha foglie oblunghe, verde scuro, con macchie più chiare. Le spate, vede-giallastro, compaiono in agosto.
Aglaonema treubii: pianta originaria dell’Indonesia, è tra le più diffuse. Ha foglie oblunghe e lanceolate, verde chiaro, macchiate di argento e spate bianche che compaiono in luglio.


riproduzione: per divisione dei cespi, da effettuarsi in aprile, il metodo migliore. Si può anche moltiplicare per talea, in aprile-maggio, prelevando i germogli basali o i polloni con almeno un paio di foglie, che vanno poi piantati in cassoni alla temperatura di 18-20° C. Si può procedere anche alla semina, in primavera, a temperature elevate, almeno 27° C.
esposizione:
fioritura: Luglio-agosto a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Cavolo (Broccolo)

Cavolo (Broccolo), piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Crucifere, conosciute sin dall’antichità come piante dalle proprietà ........

Scilla

Scilla, genere di 90-10 specie di piante bulbose appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, facili da coltivare. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per i prati, e si possono coltivare anche in vaso, ........

Maclura

Maclura, genere di 12 specie di piante arbustive e arboree appartenenti alla famiglia delle Moraceae, diffuse allo stato spontaneo in Asia, Africa e Stati Uniti. La specie descritta è particolarmente indicata ad essere utilizzata  ........

Tritonia

Tritonia, genere di 55 piante bulbose, originarie dell'Africa tropicale e meridionale, affini a quelle dei generi Freesia e Crocosmia, con cui spesso sono confuse. Hanno foglie simili a quelle delle specie appartenenti ai ........

Dimorfotèca (Dimorphoteca)
La Dimorfotèca (Dimorphoteca) originaria dell'Africa del sud, comprende circa 20 specie ed è una pianta erbacea, eretta o prostrata, perenne o annuale. Le foglie sono alternate oppure riunite alla base ........

 

Ricetta del giorno
Mezze maniche al forno gratinate con mozzarella di bufala e zucchine
In una pentola ponete due cucchiai di olio extravergine d'oliva e e una cipolla rossa tagliata a fettine sottili, poi aggiungete i pomodori pelati e ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Exochorda

Exochorda, genere di 5 specie di arbusti rustici a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Rosaceae, originari dell’Asia centrale e della Cina, a fioritura primaverile, molto ornamentali.
Crescono bene nei terreni ........

Parochetus

Parochetus, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea, perenne, prostrata, adatta per coprire il terreno nel giardino roccioso. E' completamente rustica solamente nelle regioni in cui il clima invernale è mite.
Si ........

Parrotia
Parrotia, genere comprendente una sola specie arbustiva o arborea, rustica, a foglie decidue, con chioma espansa, che viene coltivata principalmente per i colori autunnali delle foglie, che diventano color ambra, ........

Cycas
La Cycas è una piante simile alla palma, originaria del Madagascar, dell'Asia sud-orientale e dell'Oceania, caratterizzata dalla presenza di un fusto eretto, cilindrico, e di un ciuffo di foglie erette, sempreverdi, ........

Euchèra (Heuchera)
L' Euchèra (Heuchera), originaria dell'America e del Nord Europa comprende circa 60 specie di cui solo una viene coltivata normalmente ed è una pianta erbacea perenne, rizomatosa. le foglie, sempreverdi, ........


piante da interni appartamento Aglaonema
Aglaonema

Aglaonema, genere di 50 specie di piante d’appartamento o da serra perenni e sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Aracee. Sono originarie delle zone tropicali e richiedono un ambiente caldo e umido e una posizione soleggiata. Hanno foglie variegate, ovali ed oblunghe, lanceolate, che sono poi l’aspetto più decorativo della pianta. I fiori sono simili a quelli dell’Arum, ma meno vistosi. Quasi tutte le varietà sono di dimensioni contenute, alte circa 15 cm e del diametro di 20-30 cm, ad eccezione della varietà Oblongifolium che raggiunge anche il metro d’altezza.

Trattandosi di una pianta di origine tropicale le Aglaonema richiedono un ambiente caldo e umido, a una temperatura non inferiore ai 15° C, in estate comunque si deve ventilare quando la temperatura supera i 21° C. Necessita di un terreno umido e ricco, torboso. Si mettono a dimora a marzo e vanno poi rinvasate ogni due anni in marzo-aprile, mentre negli altri anni si deve somministrare mensilmente e durante il periodo della crescita della pianta, un fertilizzante liquido, seguendo le indicazioni presenti sulla confezione del prodotto.

Aglaonema commutatum: pianta originaria delle Filippine e della Malacca, ha foglie lanceolate, verde scuro macchiate di grigio-argento. Fiorisce in luglio con spate bianche, lunghe circa 3 cm, seguite da bacche rosso scuro.
Aglaonema costatum: pianta originaria della Malacca, ha foglie a forma di cuore, venate di avorio e macchiate di bianco. I fiori, delle spate bianche lunghe circa 3 cm, compaiono in luglio.
Aglaonema oblongifolium: pianta originaria della Malacca, è la più alta e raggiunge il metro di altezza. Ha foglie verde scuro macchiate di argento e spate verde chiaro, quasi bianche che compaiono in luglio. La varietà più diffusa è la Oblongifolium curtisii.
Aglaonema pictum: pianta originaria della Malacca e di Sumatra, ha foglie oblunghe, verde scuro, con macchie più chiare. Le spate, vede-giallastro, compaiono in agosto.
Aglaonema treubii: pianta originaria dell’Indonesia, è tra le più diffuse. Ha foglie oblunghe e lanceolate, verde chiaro, macchiate di argento e spate bianche che compaiono in luglio.


riproduzione: per divisione dei cespi, da effettuarsi in aprile, il metodo migliore. Si può anche moltiplicare per talea, in aprile-maggio, prelevando i germogli basali o i polloni con almeno un paio di foglie, che vanno poi piantati in cassoni alla temperatura di 18-20° C. Si può procedere anche alla semina, in primavera, a temperature elevate, almeno 27° C.
esposizione:
fioritura: Luglio-agosto a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su