erbacee annuali Coleus
Coleus

Coleus, genere comprendente 150 specie di piante annuali o perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Labiate. Le piante sono alte 30-50 cm, hanno foglie cuoriformi, a margine dentato, con colori variegati, e fiori che sbocciano in inverno, ma dallo scarso interesse decorativo. Il bel fogliame di queste piante le destina alla decorazione di interni o esterni, dove si possono collocare, in estate, per ornare bordure e aiuole, e in questo caso vengono trattate come annuali, trapiantandole direttamente in piena terra o interrandole con i vasi, così da poterle poi mettere al riparo durante il periodo invernale.

I Coleus si piantano in primavera in terriccio molto ricco, con prevalenza di torba per Coleus blumei.  Coleus thyrsoideus va annaffiata abbondantemente in inverno per mantenere una bella fioritura; la temperatura deve essere mantenuta intorno ai 12° C. Ogni anno, se si desidera ottenere esemplari di grandi dimensioni, bisogna rinvasare. Coleus thyrsoideus si coltiva generalmente come pianta biennale: dopo la fioritura si conserva fino alla primavera o all’estate per prelevare talee. Anche Coleus blumei può essere coltivato per più di un anno, avendo cura di mantenere la pianta in ambiente riparato durante l’inverno.

Potatura: per ambedue le specie si devono cimare gli apici dei germogli a intervalli regolari di 2-3 settimane in modo da stimolare la formazione dei rami. Se si coltiva coleus blumei come biennale, in febbraio si accorciano tutti i nuovi germogli di circa due terzi. Sempre in febbraio, dopo la fioritura, si tagliano, a una decina di cm dalla base, i germogli di Coleus thyrsoideus.

Parassiti animali: se vengono coltivati in serra i coleus possono essere colpiti dall’Aleurodide delle serre. Le piante si coprono di sostanze zuccherine, ingialliscono e deperiscono. Si combattono con irrorazioni di solfato di nicotina e di Rotenone, da effettuare settimanalmente. Gli esemplari attaccati sono inoltre soggetti all’infestazione da parte delle cocciniglie.

Coleus blumei: pianta alta 30-40 cm, specie perenne ma coltivata come annuale. Ha portamento espanso e foglie cuoriformi, di vario colore, più di frequente rosse con margini verdi. I fiori, insignificanti, vanno eliminati prima del loro completo sviluppo per favorire lo sviluppo delle foglie.
Coleus verschaffeltii: più alta della precedente, ha foglie dentate, vellutate, porpora con margini verdi.
Coleus thyrsoideus: pianta che può raggiungere anche il metro di altezza, ha foglie cuoriformi e un gran numero di fiori, riuniti in pannocchie, azzurro vivo, che sbocciano da novembre a marzo.


riproduzione: generalmente per talea. Per Coleus blumei in primavera si prelevano talee lunghe 7-8 cm dai rami non fioriferi e si mettono a radicare in un composto di sabbia e torba in parti uguali alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate si rinvasano in contenitori da 12 cm o si mettono direttamente a dimora in piena terra. Per Coleus thyrsoideus, sempre in primavera, si prelevano talee dai germogli delle piante potate. I Coleus si possono anche riprodurre per semina, in marzo-aprile, in letto caldo, in terrine.
esposizione:
fioritura: da novembre a marzo




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Ligularia
Ligularia, genere di 150 specie di piante erbacee, perenni, diffuse allo stato spontaneo nelle regionii a clima temperato dell'Europa e dell'Asia. Sono particolarmente adatte ai terreni costantemente umidi e raggiungono, ........

Ginkgo

Ginkgo, genere comprendente una sola specie arborea, a foglie decidue, a forma di ventaglio, simili nella forma alle foglioline del capelvenere. Affine, dal punto di vista botanico, alle conifere, è rustica, ma per svilupparsi ........

Lisimàchia (Lysimachia)
La Lisimàchia (Lysimachia) , originaria dell'Asia, Europa e America, comprende circa 100 specie, alcune spontanee in Italia, ed è una erbacea perenne o annuale, rustica o semirustica, glabre o ricoperte  ........

Clethra
La Clethra, originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, Cina, Giappone e isola di Madera, comprende 120 specie ed è un arbusto o piccolo albero, a foglie decidue o sempreverde; la maggior parte ........

Saponària (Saponaria)
La Saponària (Saponaria) , originaria dell'Euroma meridionale e Asia, comprende circa 30 specie ed è una erbacea perenne, annuale, rustica e semirustica, il cui nome deriva dal fatto che le foglie e ........

 

Ricetta del giorno
Rotolone alla crema
Versare in un pentolino basso, latte, burro e zucchero, sciogliere a fuoco lento e una volta che il composto sarà omogeneo, togliere dal fuoco e lasciare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Muscari
Muscari, genere di 60 specie di piante bulbose, rustiche, nane, affini alle specie del genere Hyacinthus, ottime per produrre fiori da recidere, per il giardino roccioso e per la coltivazione in gruppi, nei ........

Nandina

Nandina, genere di una sola specie di piante arbustive, sempreverdi, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Berberidaceae, simili al bambù.
Si pianta fra marzo e maggio in terreno fertile, ben drenato, in posizioni ........

Malope

Malope, genere di 4 specie di piante erbacee annuali. La specie descritta è adatta per le bordure annuali e produce molti fiori che durano a lungo in acqua, dopo essere stati recisi.
Questa specie cresce particolarmente ........

Porro – Allium porrum

Porro, Allium porrum, pianta erbacea biennale, appartenente alla famiglia delle Gigliacee, ma coltivata come annuale, dal momento che se ne utilizzano la base del fusto e il bulbo che s’ingrossano alla fine del primo anno ........

Ionopsidium

Ionopsidium, genere comprendente una sola specie di pianta erbacea annuale, rustica, di dimensioni limitate, adatta per i giardini rocciosi e i lastricati fioriti.
Si tratta di una pianta facile da coltivare se piantata ........


erbacee annuali Coleus
Coleus

Coleus, genere comprendente 150 specie di piante annuali o perenni, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Labiate. Le piante sono alte 30-50 cm, hanno foglie cuoriformi, a margine dentato, con colori variegati, e fiori che sbocciano in inverno, ma dallo scarso interesse decorativo. Il bel fogliame di queste piante le destina alla decorazione di interni o esterni, dove si possono collocare, in estate, per ornare bordure e aiuole, e in questo caso vengono trattate come annuali, trapiantandole direttamente in piena terra o interrandole con i vasi, così da poterle poi mettere al riparo durante il periodo invernale.

I Coleus si piantano in primavera in terriccio molto ricco, con prevalenza di torba per Coleus blumei.  Coleus thyrsoideus va annaffiata abbondantemente in inverno per mantenere una bella fioritura; la temperatura deve essere mantenuta intorno ai 12° C. Ogni anno, se si desidera ottenere esemplari di grandi dimensioni, bisogna rinvasare. Coleus thyrsoideus si coltiva generalmente come pianta biennale: dopo la fioritura si conserva fino alla primavera o all’estate per prelevare talee. Anche Coleus blumei può essere coltivato per più di un anno, avendo cura di mantenere la pianta in ambiente riparato durante l’inverno.

Potatura: per ambedue le specie si devono cimare gli apici dei germogli a intervalli regolari di 2-3 settimane in modo da stimolare la formazione dei rami. Se si coltiva coleus blumei come biennale, in febbraio si accorciano tutti i nuovi germogli di circa due terzi. Sempre in febbraio, dopo la fioritura, si tagliano, a una decina di cm dalla base, i germogli di Coleus thyrsoideus.

Parassiti animali: se vengono coltivati in serra i coleus possono essere colpiti dall’Aleurodide delle serre. Le piante si coprono di sostanze zuccherine, ingialliscono e deperiscono. Si combattono con irrorazioni di solfato di nicotina e di Rotenone, da effettuare settimanalmente. Gli esemplari attaccati sono inoltre soggetti all’infestazione da parte delle cocciniglie.

Coleus blumei: pianta alta 30-40 cm, specie perenne ma coltivata come annuale. Ha portamento espanso e foglie cuoriformi, di vario colore, più di frequente rosse con margini verdi. I fiori, insignificanti, vanno eliminati prima del loro completo sviluppo per favorire lo sviluppo delle foglie.
Coleus verschaffeltii: più alta della precedente, ha foglie dentate, vellutate, porpora con margini verdi.
Coleus thyrsoideus: pianta che può raggiungere anche il metro di altezza, ha foglie cuoriformi e un gran numero di fiori, riuniti in pannocchie, azzurro vivo, che sbocciano da novembre a marzo.


riproduzione: generalmente per talea. Per Coleus blumei in primavera si prelevano talee lunghe 7-8 cm dai rami non fioriferi e si mettono a radicare in un composto di sabbia e torba in parti uguali alla temperatura di 16-18° C. Le talee radicate si rinvasano in contenitori da 12 cm o si mettono direttamente a dimora in piena terra. Per Coleus thyrsoideus, sempre in primavera, si prelevano talee dai germogli delle piante potate. I Coleus si possono anche riprodurre per semina, in marzo-aprile, in letto caldo, in terrine.
esposizione:
fioritura: da novembre a marzo



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su