arbusti sempreverdi Olearia
Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente rigido.
Si pianta in maggio, marzo o ottobre, in terreno ben drenato e in posizioni soleggiate e riparate. Generalmente tutte le specie sopportano abbastanza bene i venti marini.

Potatura:
in aprile si tagliano i rami secchi.

Olearia gunniana:
pianta originaria dell’Isola di Tasmania (Australia), alta 1,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta semirustica, con foglie obovato-oblunghe, grigio-verdi, bianche sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie terminali, compatte, lunghe fino a 30 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Olearia haastii: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 1-2,5 m e del diametro di 2,5-3 m. Si tratta di una pianta rustica, con foglie ovate, coriacee, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 1-2 cm, sbocciano numerosi in luglio-agosto.
Olearia ilicifolia: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta rustica dalle foglie coriacee, simili a quelle dell’Agrifoglio, con denti spinosi ma a lamina più stretta, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, profumati, riuniti in corimbi larghi 5-10 cm sbocciano in giugno.
Olearia macrodonta: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-4 m e del diametro di 2-3 m. Si tratta di un arbusto rustico, resistente ai venti marini, con foglie ovato-lanceolate, profondamente dentate ai margini, biancastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in corimbi larghi fino a 15 cm, sbocciano in giugno-luglio.
Olearia x scilloniensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido dalle foglie chiare e dai capolini simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in pannocchie molto dense, che sbocciano da maggio a luglio.
Olearia semidentata: pianta originaria delle isole Chatham (Nuova Zelanda), alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto delicato, adatto per le zone a clima mite, con foglie lanceolate, grigio-verdi, bianche e lanose sulla pagina inferiore. I capolini, solitari, simili a quelli delle margherite, larghi fino a 5 cm, con fiori del raggio lilla e disco porpora, sbocciano in giugno-luglio.


riproduzione: in luglio-agosto si prelevano dai rami talee di legno semimaturo, lunghe 10 cm, e si mettono a radicare in un terriccio sabbioso, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si coltivano in cassone. In maggio si trapiantano in vivaio e si mettono poi a dimora in ottobre o nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per seme, seminando in letto caldo, in primavera. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vivaio e si mettono poi a dimora dopo un anno.
esposizione:
fioritura: tra maggio e luglio a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Lavànda (Lavandula)
la Lavànda (Lavandula) , originaria del bacino del Mediterraneo, Isole Canarie e India, comprende circa 25 specie ed è un arbusto sempreverde, rustico.
Le foglie possono essere intere o composte, lineari, a margini ........

Alisso (Alyssum)
L'Alisso, pianta annuale o perenne originaria dell'Europa, Asia e Africa,, comprende oltre 100 specie, di cui circa 15 spontanee nel nostro Paese.
le pianticelle, che come già detto possono essere ........

Cleome
Cleome, genere di 150 specie di piante erbacee annuali o, in rari casi, di arbusti. La specie descritta è vigorosa, rustica, cespugliosa. E' adatta per le bordure e le aiuole, per la coltivazione in vaso e ........

Cotognàastro (Cotoneaster)
Il Cotognàastro (Cotoneaster) , originario dell'Africa settentrinale, Asia, Europa, comprende circa 40 specie delle quali 2 spontanee in Italia, è un arbusto rustico di varia altezza, a foglie persistenti ........

Hibiscus (Ibisco)

Hibiscus (Ibisco), genere di 100 socie di piante erbacee, annuali e perenni, arbusti e piccoli alberi, sempreverdi o a foglie decidue, rustici e delicati, coltivati in qualche caso come pianta da appartamento. Hanno fiori ........

 

Ricetta del giorno
Spaghetti aglio, olio, curcuma e pistacchi
Sgusciare i pistacchi, metterli sul tagliere e sminuzzarli con il coltello.
Intanto mettere a bollire l’acqua per la cottura della pasta. Una volta ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Juncus (Giunco)

Juncus (Giunco), genere di 300 specie di piante acquatiche e da palude, appartenenti alla famiglia delle Juncaceae, al maggior parte delle quali priva di valore, ma le due specie descritte sono adatte per la coltivazione ........

Nomocharis

Nomocharis, genere di 16 specie di piante bulbose, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, originarie dell’Himalaya e delle zone montuose della Cina occidentale. Nonostante diano ottimi risultati in buone condizioni ........

Mazus

Mazus, genere di 20 specie di piante erbacee perenni, rustiche, striscianti, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, adatte per il giardino roccioso. Le specie descritte hanno foglie verde chiaro, talvolta sfumate ........

Lavatera
Lavatera, genere di 25 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali, biennali e perenni, con fiori imbutiformi, simili a qualli dell'Ibisco. La specie annuale descritta è adatta per le bordure, ........

Ortensia (Hydrangea)

L' Ortensia (Hydrangea) è un arbusto a cespuglio o rampicante  originario della Cina, Giappone, America ed ha foglie caduche di solito ovali più o meno allungate, con margini dentati di ........


arbusti sempreverdi Olearia
Olearia

Olearia, genere di 100 specie di arbusti fioriferi, sempreverdi, semirustici o delicati, appartenenti alla famiglia delle Compositae, adatti specialmente per i giardini posti in zone riparate a clima invernale non particolarmente rigido.
Si pianta in maggio, marzo o ottobre, in terreno ben drenato e in posizioni soleggiate e riparate. Generalmente tutte le specie sopportano abbastanza bene i venti marini.

Potatura:
in aprile si tagliano i rami secchi.

Olearia gunniana:
pianta originaria dell’Isola di Tasmania (Australia), alta 1,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta semirustica, con foglie obovato-oblunghe, grigio-verdi, bianche sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 2-3 cm, riuniti in pannocchie terminali, compatte, lunghe fino a 30 cm, sbocciano da maggio a luglio.
Olearia haastii: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 1-2,5 m e del diametro di 2,5-3 m. Si tratta di una pianta rustica, con foglie ovate, coriacee, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, simili a quelli delle margherite, bianchi, con disco giallo, larghi 1-2 cm, sbocciano numerosi in luglio-agosto.
Olearia ilicifolia: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-3 m e di pari diametro. Si tratta di una pianta rustica dalle foglie coriacee, simili a quelle dell’Agrifoglio, con denti spinosi ma a lamina più stretta, lucide, bianco-grigiastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, profumati, riuniti in corimbi larghi 5-10 cm sbocciano in giugno.
Olearia macrodonta: pianta originaria della Nuova Zelanda, alta 2,5-4 m e del diametro di 2-3 m. Si tratta di un arbusto rustico, resistente ai venti marini, con foglie ovato-lanceolate, profondamente dentate ai margini, biancastre sulla pagina inferiore. I capolini, piccoli, simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in corimbi larghi fino a 15 cm, sbocciano in giugno-luglio.
Olearia x scilloniensis: pianta di origine orticola, alta 1,5-2,5 m e di pari diametro. Si tratta di un ibrido dalle foglie chiare e dai capolini simili a quelli delle margherite, bianchi con disco giallo, riuniti in pannocchie molto dense, che sbocciano da maggio a luglio.
Olearia semidentata: pianta originaria delle isole Chatham (Nuova Zelanda), alta 2-3 m e di pari diametro. Si tratta di un arbusto delicato, adatto per le zone a clima mite, con foglie lanceolate, grigio-verdi, bianche e lanose sulla pagina inferiore. I capolini, solitari, simili a quelli delle margherite, larghi fino a 5 cm, con fiori del raggio lilla e disco porpora, sbocciano in giugno-luglio.


riproduzione: in luglio-agosto si prelevano dai rami talee di legno semimaturo, lunghe 10 cm, e si mettono a radicare in un terriccio sabbioso, in cassone freddo. Le talee radicate si invasano singolarmente in contenitori da 8 cm, riempiti con una composta da vasi, e si coltivano in cassone. In maggio si trapiantano in vivaio e si mettono poi a dimora in ottobre o nella primavera successiva.
Si possono moltiplicare anche per seme, seminando in letto caldo, in primavera. Quando le piantine sono abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripicchettano in vivaio e si mettono poi a dimora dopo un anno.

esposizione:
fioritura: tra maggio e luglio a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su