erbacee perenni Lupėno (Lupinus)
Lupėno (Lupinus)

Il Lupìno (Lupinus) è originario dell'America del Nord e Sud e del bacino del mediterraneo, comprende circa 300 specie ed è una erbacea perenne o annuale, talvolta arbustiva o semiarbustiva.
Le foglie possono essere semplici o composte, a forma di mano, formate anche da più di 15 foglioline pelose o lisce di color verde scuro. I fiori, veramente molto belli, sono riuniti in infiorescenze a grappoli terminali, lunghe avolte fino a 80 cm - 1 m, tipiche delle leguminose; possono essere di vari colori che vanno dal bianco al blu, dal rosa al viola, dal giallo al porpora all'arancio.
Si utilizzano per bordure, bordo misto, ciuffi isolati, come aiuola e per la raccolta del fiore reciso. Non è consigliabile la coltura in vaso.
La piantagione si esegue in autunno per le specie perenni in terreno sabbioso-siliceo, neutro o acido e in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. Le piante durano più a lungo nei terreni leggeri, ma sopportano anche quelli pesanti. nei terreni troppo fertili i fusti non si irrigidisconi sufficientemente da sopportare il peso delle grandi infiorescenze e quindi necessitano di sostegni.

Non sono facili da coltivare. La coltivazione dei Lupìni non è semplice, ma con un po' di attenzione e buona volontà si possono ottenere rtisultati soddisfacenti soprattutto se coltivati in collina o vicino al mare e la bellezza dei fiori ripagherà abbondantemente delle cure dedicate loro. Le annaffiature non devono essere abbondanti tali, quindi, da non mantenere il terreno troppo umido. Bisogna concimare ogni 15 giorni con concime minerale solubile sciolto nell'acqua delle annaffiature e in autunno con concime organico.
Tenere sempre il terreno ben pulito e eliminare le infestanti con regolarità e smuovere, inoltre, regolarmente il terreno per consentire una migliore aerazione dell'apparato radicale. Eliminare le infiorescenze appassite in modo da favorire una seconda fioritura. La raccolta del seme può essere effettuata dalla seconda fioritura. Coprire i cespi al sopraggiungere dell'inverno almeno nelle regioni fredde. Ricordarsi che i Lupìni mal sopportano il trapianto in quanto hanno radici a fittone. Le specie annuali si rinnovano ogni anno e le perenni ogni 5-6 anni.
I Lupìni annuali difficilmente vengono attaccati da malattie, cosa che è invece frequente per il Lupinus polyphyllus, che è poi il più coltivato. La presenza di diversi funghi può causare il marciume del colletto e delle radici. La lotta e soprattutto preventiva e si basa su una attenta pratica di coltivazione evitando pericolosi ristagni d'acqua; è importante eliminare immediatamente tutte le piante infette che si riconoscono dal colore scuro che assume il colletto della pianta. Il virus del mosaico del cetriolo provoca inesorabilmente la morte della pianta; si manifesta con delle leggere screziature sulle foglie che poi si accartoccieranno e i piccioli imbruniranno progressivamente. Anche qui lotta preventiva evitando le cause di infezione che sono gli insetti e nematodi e eliminare immediatamente le piante malate.

Lupinus arboreus: Altezza e diametro fino a 3 metri, è un arbusto poco longevo, con fiori profumati gialli riuniti in spighe molto lunghe che sbocciano da maggio ad agosto.
Lupinus hartwegii: specie annuala alta 1 m con fiori azzurrpo chiaro soffusi di rosa riuniti in infiorescenze lunghe 30 cm che sbocciano tra giugno e ottobre.
Lupinus polyphyllus: perenne, alta 0.6 - 1 m è la specie tipica, raramente coltivata, ma che ha dato origine a numerosi ibridi, tra questi i Russel, molto belli e diffusamente utilizzati. Di questo ibrido ricordiamo, tra le nunmerose varietà con altezza media di 90 cm, Blue Jacket con fiori che vanno dall'azzurro carico al bianco, Blushing bride con fiori che vanno dal bianco-avorio al bianco, Cherie pie con fiori che vanno dal rosso al carminio macchiato di giallo, Elsie waters con fiori che vanno dal rosa carico al bianco-crema e margini rosa, Freedom con fiori che vanno dall'azzurro al bianco, George russell con fiori rosa pallido con margini crema, Jane eyre con fiori che vanno dal azzurro-viola al bianco macchiato di azzurro, Josephine con fiori che vanno dall'azzurro al giallo limone, Serenade con fiori che vanno dal rosso-arancio al cremisi con macchie dorate.
Lupinus pubescens: alto 60 cm ha fiori azzurro-violetti riuniti in spighe lunghe 30 cm che sbocciano da giugno a settembre.
riproduzione: si esegue per seme sia per le specie annuali che per quelle perenni. Per le specie perenni ricordarsi di eliminare le infiorescenze nel primo anno di vita.
esposizione:
fioritura: estiva




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Ramonda

Ramonda, genere di 4 specie di piante sempreverdi, rustiche, con foglie ornamentali, formanti rosette e fiori appiattiti. Sono piante particolarmente adatte per le zone fresche del giardino roccioso.
Si piantano in marzo ........

Brasiliopuntia

Brasiliopuntia, genere di circa 10 specie di piante succulente, originarie dell'America meridionale, affine al genere Opuntia. La specie descritta puō essere coltivata all'aperto nelle zone pių calde dell'Italia meridionale ........

Angiopteris

Angiopteris, genere di felci a sviluppo arborescente appartenente alla famiglia delle Marattiacee, con fronde lunghe da 2 a 4 m. L’Angiopteris č una magnifica felce da giardino d’inverno o da grande serra, i soli due habitat ........

Diplacus

Diplacus, genere di 6-7 specie di piante arbustive, perenni, sempreverdi. La specie descritta si coltiva in serra e si tiene all'aperto in estate. Nelle zone a clima decisamente mite puō essere coltivata in piena terra.
Si ........

Cladanthus

Cladanthus, genere di 4 specie di piante erbacee, annuali. La specie descritta č adatta per le bordure. Sia i capolini, sia il fogliame sono profumati; da giugno fino ai primi geli autunnali sbocciano in continuazione una ........

 

Ricetta del giorno
Broccoli marinati
Immergere i broccoli in acqua salata in modo che possano assorbire bene l’acqua e quindi asciugarli bene.
Schiacciare 4 spicchi d'aglio con lo schiaccia ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Erinus

Erinus, genere comprendente una sola specie variabile, nana, rustica, sempreverde, perenne, adatta per il giardino roccioso. Cresce bene sui muri a secco e nonostante non sia una pianta longeva, produce una gran quantitā ........

Nemesia

Nemesia, genere di 50 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali e perenni. Le specie annuali descritte, semirustiche, sono adatte per le aiuole e le bordure miste. I fiori recisi durano a lungo se immersi in acqua. ........

Catalpa

Catalpa, genere di 11 specie di alberi a foglie decidue, rustici, originari dell'Asia e del continente americano. La specie descritta č una pianta molto vigorosa, con chioma tondeggiante e foglie e fiori molto ornamentali. ........

Lavatera
Lavatera, genere di 25 specie di piante erbacee e suffruticose, annuali, biennali e perenni, con fiori imbutiformi, simili a qualli dell'Ibisco. La specie annuale descritta è adatta per le bordure, ........

Erica

Erica, genere di  oltre 500 specie di piante arbustive e suffruticose, sempreverdi, quasi tutte di origine sud-africana, mentre solo una di queste č rustica in Europa. Le specie spontanee nell’Europa occidentale e lungo ........


erbacee perenni Lupėno (Lupinus)
Lupėno (Lupinus)

Il Lupìno (Lupinus) è originario dell'America del Nord e Sud e del bacino del mediterraneo, comprende circa 300 specie ed è una erbacea perenne o annuale, talvolta arbustiva o semiarbustiva.
Le foglie possono essere semplici o composte, a forma di mano, formate anche da più di 15 foglioline pelose o lisce di color verde scuro. I fiori, veramente molto belli, sono riuniti in infiorescenze a grappoli terminali, lunghe avolte fino a 80 cm - 1 m, tipiche delle leguminose; possono essere di vari colori che vanno dal bianco al blu, dal rosa al viola, dal giallo al porpora all'arancio.
Si utilizzano per bordure, bordo misto, ciuffi isolati, come aiuola e per la raccolta del fiore reciso. Non è consigliabile la coltura in vaso.
La piantagione si esegue in autunno per le specie perenni in terreno sabbioso-siliceo, neutro o acido e in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. Le piante durano più a lungo nei terreni leggeri, ma sopportano anche quelli pesanti. nei terreni troppo fertili i fusti non si irrigidisconi sufficientemente da sopportare il peso delle grandi infiorescenze e quindi necessitano di sostegni.

Non sono facili da coltivare. La coltivazione dei Lupìni non è semplice, ma con un po' di attenzione e buona volontà si possono ottenere rtisultati soddisfacenti soprattutto se coltivati in collina o vicino al mare e la bellezza dei fiori ripagherà abbondantemente delle cure dedicate loro. Le annaffiature non devono essere abbondanti tali, quindi, da non mantenere il terreno troppo umido. Bisogna concimare ogni 15 giorni con concime minerale solubile sciolto nell'acqua delle annaffiature e in autunno con concime organico.
Tenere sempre il terreno ben pulito e eliminare le infestanti con regolarità e smuovere, inoltre, regolarmente il terreno per consentire una migliore aerazione dell'apparato radicale. Eliminare le infiorescenze appassite in modo da favorire una seconda fioritura. La raccolta del seme può essere effettuata dalla seconda fioritura. Coprire i cespi al sopraggiungere dell'inverno almeno nelle regioni fredde. Ricordarsi che i Lupìni mal sopportano il trapianto in quanto hanno radici a fittone. Le specie annuali si rinnovano ogni anno e le perenni ogni 5-6 anni.
I Lupìni annuali difficilmente vengono attaccati da malattie, cosa che è invece frequente per il Lupinus polyphyllus, che è poi il più coltivato. La presenza di diversi funghi può causare il marciume del colletto e delle radici. La lotta e soprattutto preventiva e si basa su una attenta pratica di coltivazione evitando pericolosi ristagni d'acqua; è importante eliminare immediatamente tutte le piante infette che si riconoscono dal colore scuro che assume il colletto della pianta. Il virus del mosaico del cetriolo provoca inesorabilmente la morte della pianta; si manifesta con delle leggere screziature sulle foglie che poi si accartoccieranno e i piccioli imbruniranno progressivamente. Anche qui lotta preventiva evitando le cause di infezione che sono gli insetti e nematodi e eliminare immediatamente le piante malate.

Lupinus arboreus: Altezza e diametro fino a 3 metri, è un arbusto poco longevo, con fiori profumati gialli riuniti in spighe molto lunghe che sbocciano da maggio ad agosto.
Lupinus hartwegii: specie annuala alta 1 m con fiori azzurrpo chiaro soffusi di rosa riuniti in infiorescenze lunghe 30 cm che sbocciano tra giugno e ottobre.
Lupinus polyphyllus: perenne, alta 0.6 - 1 m è la specie tipica, raramente coltivata, ma che ha dato origine a numerosi ibridi, tra questi i Russel, molto belli e diffusamente utilizzati. Di questo ibrido ricordiamo, tra le nunmerose varietà con altezza media di 90 cm, Blue Jacket con fiori che vanno dall'azzurro carico al bianco, Blushing bride con fiori che vanno dal bianco-avorio al bianco, Cherie pie con fiori che vanno dal rosso al carminio macchiato di giallo, Elsie waters con fiori che vanno dal rosa carico al bianco-crema e margini rosa, Freedom con fiori che vanno dall'azzurro al bianco, George russell con fiori rosa pallido con margini crema, Jane eyre con fiori che vanno dal azzurro-viola al bianco macchiato di azzurro, Josephine con fiori che vanno dall'azzurro al giallo limone, Serenade con fiori che vanno dal rosso-arancio al cremisi con macchie dorate.
Lupinus pubescens: alto 60 cm ha fiori azzurro-violetti riuniti in spighe lunghe 30 cm che sbocciano da giugno a settembre.

riproduzione: si esegue per seme sia per le specie annuali che per quelle perenni. Per le specie perenni ricordarsi di eliminare le infiorescenze nel primo anno di vita.
esposizione:
fioritura: estiva



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su