erbacee perenni Pulsatilla
Pulsatilla

Pulsatilla, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, affini agli anemoni, adatte per il giardino roccioso; una volta attecchite, vivono a lungo. Le foglie profondamente divise e generalmente pelose, in autunno seccano. I fiori sono solitari; sul fusto, sotto i fiori, si ha un verticillo di foglie profondamente divise, pelose, più piccole delle foglie basali. Le foglie si sviluppano quando i fiori appasiscono.
Si piantano in settembre, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica, in posizioni soleggiate. Nelle zone eccessivamente umide, in inverno si proteggono le piante.

Pulsatilla alpina: pianta originaria delle zone montuose dell'Europa, Italia, fino al Caucaso, alta 30 cm e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie con foglie simili a quelle delle felci, profondamente divise in segmenti lineari, boccioli pelosi, azzurri o macchiati di rosso e fiori a forma di coppa, bianchi, larghi 4-6 cm, che sbocciano in maggio-giugno. Tra le varietà, la P.alpina Sulphurea, ha fiori giallo-zolfo, che sbocciano da maggio a luglio. Le condizioni del terreno determinano variazioni in altezza abbastanza notevoli.
Pulsatilla vernalis: pianta originaria delle zone montuose dell'Europa e Italia, alta 14 cm  e di pari diametro. Si tratta di una specie che forma cuscinetti di foglie profondamente divise, pelose. I boccioli, bruni, lanuginosi, producono fiori a coppa bianchi, talvolta violacei esternamente, larghi 3-5 cm che sbocciano in aprile-maggio.
Pulsatilla vulgaris: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 15-20 cm e del diametro di 25-30 cm. Si tratta di una pianta dalle caratteristiche variabili, di cui si coltivano parecchie varietà di diversi colori. Le foglie sono profondamente divise. I boccioli, pelosi, producono fiori a forma di coppa, larghi 5-7 cm, che sbocciano in aprile-maggio in lilla-violetto. Tra le varietà vanno ricordate Budapest a fiori generalmente rosa-porpora; Mrs. Van der Elst a fiori rosa pallido; Rubra a fiori rossi.


riproduzione: si semina in luglio in cassette o in terrine, riempite con una composta da semi, in letto freddo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripichettano e vanno fatte svernare in cassone. In primavera, quando compaiono le prime foglie, si rinvasano in contenitori da 7-8 cm, riempiti con una composta da vasi, si annaffiano abbondantemente nel periodo vegetativo e infine si mettono a dimora nel settembre dell'anno successivo.
esposizione:
fioritura: tra aprile e giugno a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Trillium

Trillium, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, rizomatose, inserite nella nuova famiglia delle Trilliaceae. Queste piante si distinguono in quanto le foglie e i tepali sono riuniti in gruppi di 3. Le ........

Emerocàllide (Hemerocallis)
L' Emerocàllide (Hemerocallis) , originaria del Giappone e Europa meridionale, comprende circa 20 specie ed è una erbacea perenne rustica, con radici rizomatose, che somiglia molto ad alcune specie di Hosta ........

Nomocharis

Nomocharis, genere di 16 specie di piante bulbose, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, originarie dell’Himalaya e delle zone montuose della Cina occidentale. Nonostante diano ottimi risultati in buone condizioni ........

Eichhornia (Giacinto d’acqua)

Eichhornia (Giacinto d’acqua), genere di  7 specie di piante acquatiche tropicali, sempreverdi, appartenenti alla famiglia delle Pontederiaceae, molto ornamentali, con fiori somiglianti a quelli delle orchidee. Nelle ........

Xanthosoma

Xanthosoma, genere di 45 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, diffuse allo stato spontaneo nelle zone calde dell'America centrale e meridionale. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione in serra, tuttavia ........

 

Ricetta del giorno
Aspic di frutta estiva
Lavare e asciugare bene la frutta, eliminare la buccia di cocomero e melone e tagliarne la polta a cubetti. Grattugiare la buccia dell’arancia, eliminare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Haberlea

Haberlea, genere di 2 specie di piante erbacee, perenni, cespitose. rustiche, adatte ad essere coltivate nei lastricati e negli angoli ombreggiati del giardino roccioso.
Si piantano in settembre-ottobre o in marzo, in ........

Gladiolo (Gladiolus)

Gladiolo (Gladiolus), genere di 300 specie di piante bulbose, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, adatte per la coltivazione nelle bordure e per la produzione di fiori da recidere. Le specie originali ........

Lithospermum

Lithospermum, genere di 60 specie di piante erbacee perenni, sufrruticose, rustiche e semirustiche, che formano tappeti di vegetazione, con fiori azzurri, imbutiformi, che sbocciano abbondantissimi. Le specie descritte sono ........

Halimium

Halimium, genere di 14 specie di arbusti sempreverdi, semirustici e rustici, diffusi nelle regioni meridionali, affini alle specie Cistus. Si coltivano nei grandi giardini rocciosi, particolarmente in quelli posti  ........

Hosta
L' Hosta , originaria del Giappone e Cina, comprende circa 20 specie ed è una pianta erbacea perenne, rustica, dal fogliame molto ornamentale.
Le foglie sono di forma ovale, più o meno larghe, attraversate ........


erbacee perenni Pulsatilla
Pulsatilla

Pulsatilla, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, affini agli anemoni, adatte per il giardino roccioso; una volta attecchite, vivono a lungo. Le foglie profondamente divise e generalmente pelose, in autunno seccano. I fiori sono solitari; sul fusto, sotto i fiori, si ha un verticillo di foglie profondamente divise, pelose, più piccole delle foglie basali. Le foglie si sviluppano quando i fiori appasiscono.
Si piantano in settembre, in terreno ben drenato, ricco di sostanza organica, in posizioni soleggiate. Nelle zone eccessivamente umide, in inverno si proteggono le piante.

Pulsatilla alpina: pianta originaria delle zone montuose dell'Europa, Italia, fino al Caucaso, alta 30 cm e del diametro di 15 cm. Si tratta di una specie con foglie simili a quelle delle felci, profondamente divise in segmenti lineari, boccioli pelosi, azzurri o macchiati di rosso e fiori a forma di coppa, bianchi, larghi 4-6 cm, che sbocciano in maggio-giugno. Tra le varietà, la P.alpina Sulphurea, ha fiori giallo-zolfo, che sbocciano da maggio a luglio. Le condizioni del terreno determinano variazioni in altezza abbastanza notevoli.
Pulsatilla vernalis: pianta originaria delle zone montuose dell'Europa e Italia, alta 14 cm  e di pari diametro. Si tratta di una specie che forma cuscinetti di foglie profondamente divise, pelose. I boccioli, bruni, lanuginosi, producono fiori a coppa bianchi, talvolta violacei esternamente, larghi 3-5 cm che sbocciano in aprile-maggio.
Pulsatilla vulgaris: pianta originaria dell'Europa e Italia, alta 15-20 cm e del diametro di 25-30 cm. Si tratta di una pianta dalle caratteristiche variabili, di cui si coltivano parecchie varietà di diversi colori. Le foglie sono profondamente divise. I boccioli, pelosi, producono fiori a forma di coppa, larghi 5-7 cm, che sbocciano in aprile-maggio in lilla-violetto. Tra le varietà vanno ricordate Budapest a fiori generalmente rosa-porpora; Mrs. Van der Elst a fiori rosa pallido; Rubra a fiori rossi.


riproduzione: si semina in luglio in cassette o in terrine, riempite con una composta da semi, in letto freddo. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da poter essere maneggiate, si ripichettano e vanno fatte svernare in cassone. In primavera, quando compaiono le prime foglie, si rinvasano in contenitori da 7-8 cm, riempiti con una composta da vasi, si annaffiano abbondantemente nel periodo vegetativo e infine si mettono a dimora nel settembre dell'anno successivo.
esposizione:
fioritura: tra aprile e giugno a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su