erbacee perenni Filipendula
Filipendula

La Filipendula, genere di 10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche che crescono bene nei terreni umidi assieme alle Lythrum e Lysimachia. Sono adatte per le bordure e per la raccolta dei fiori recisi. I fiori piccoli, rosa, rossi o bianchi sono riuniti in grandi infiorescenze erette, terminali.
Tutte le specie si piantano in ottobre o in marzo. La Filipendula exapetala cresce bene in pieno sole e in qualsiasi terreno alcalino e ben drenato. Le altre specie e varietà crescono bene nei luoghi soleggiati o parzialmente ombreggiati in qualsiasi terreno, purchè sufficientemente umido.
Si concimano in aprile-marzo con letame maturo e in ottobre si tagliano i fusti fioriferi alla base.

Filipendula camtschatica: pianta originaria della Manciuria, alta 1.2-2.5 m, va piantata mantenendo una distanza tra le piante di 60 cm. Pianta con foglie palmate e fiori profumati bianchi, lanosi, riuniti in corimbi larghi 15-20 cm che sbocciano in giugno-luglio. La  varietà F.c.rosea ha fiori rosa-rossi.
Filipendula hexapetala: pianta originaria dell'Europa, Italia, Asia minore, Siberia, è alta 60-80 cm, va piantata mantenendo una distanza tra le piante di 40 cm. Le foglie sono imparipennate, composte da 5-9 foglioline, di cui quelle apicali possono anche essere saldate, formando un segmento terminale a 3-5 lobi. I fiori, piccoli, bianco-crema, a volte soffusi di rosa, riunite in cime corimbose appiattite larghe 10-15 cm, sbocciano in giugno-luglio. La varietà coltivata di solito è la Flore-pleno, alta 50-60 cm che produce infiorescenze compatte, formate da fiori doppi, bianchi e, rispetto alla specie tipica, mal si adatta ai terreni umidi.
Filipendula palmata: pianta originaria della Siberia, alta 0.6-1 m, deve essere piantata mantenendo una distanza tra le piante di 50 cm. Ha foglie a 5 lobi, verde scuro, con peluria bianca sulla pagina inferiore e fiori piccoli, rosa o bianchi, riuniti in pannocchie larghe 15 cm che sbocciano in luglio.
Filipendula rubra: pianta originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, è alta 1.2 m e deve essere piantata mantenendo una distanza tra le piante di 60 cm. Ha fusti robusti e foglie pennate, con una grande fogliolina terminale e fiori rosa scuro, riuniti in infiorescenze larghe 15-25 cm che compaiono in estate.
Filipendula ulmaria: pianta originaria dell'Europa, Italia e Asia settentrionale, è alta 0.6-1 m e deve essere piantata mantenendo una distanza tra le piante di 45 cm. Ha foglie grossolanamente dentate, pennate di color verde scuro sulla pagina superiore e bianche e pelose sulla pagina inferiore. I fiori, color bianco-crema sono profumati e riuniti in cime corimbose appiattite, larghe fino a 15 cm che compaiono da giugno ad agosto.


riproduzione: generalmente si moltiplicano per divisione dei cespi in ottobre o marzo. Si possono anche seminare in febbraio-marzo in terrine o vasi riempiti con una composta da semi alla temperatura di 10-12° C. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da essere maneggiate, si ripicchettano in cassette e si sistemeranno poi a dimora nella primavera successiva. Bisogna tener conto che le piantine riprodotte da seme impiegheranno 3 anni prima di entrare in fioritura.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della varietà




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Adenocarpus

Adenocarpus, genere comprendente alcuni arbusti originari del bacino del Mediterraneo, appartenenti alla famiglia delle Papilionacee, il cui aspetto generale fa vagamente pensare a una ginestra. Queste piante sono caratterizzate ........


Lunaria

Lunaria, genere di 3 specie di piante erbacee, biennali e perenni. Le due specie rustiche descritte producono fiori con 4 petali disposti a croce, che sbocciano da aprile a giugno, seguiti da frutti a siliqua, con setto ........

Pungitòpo (Ruscus)
Il Pungitòpo (Ruscus) , originario dell'Europa, madera, Caucaso e Persia, comprende 4 specie ed è un piccolo arbusto a fogliame persistente.
Le foglie sono ridotte a piccole squame, quelle comunemente ........

Limnanthes

Limnanthes, genere di 10 specie di piante annuali, che possono essere coltivate anche in vaso. La specie descritta si coltiva nei giardini rocciosi e nelle bordure.
Questa pianta si coltiva al sole, preferibilmente lungo ........

 

Ricetta del giorno
Vellutata di barbabietole fredda
Lessare le barbabietole, dopo di che sbucciarle e metterle da parte. Lavare accuratamente il cetriolo, sbucciarlo e tagliarlo a dadino. Scottare i pomodori ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine




Dimorfotèca (Dimorphoteca)
La Dimorfotèca (Dimorphoteca) originaria dell'Africa del sud, comprende circa 20 specie ed è una pianta erbacea, eretta o prostrata, perenne o annuale. Le foglie sono alternate oppure riunite alla base ........

Limnanthemum (Nymphoides)

Limnanthemum (Nymphoides), genere di 20 specie di piante acquatiche, appartenenti alla famiglia delle Menyanthaceae, diffuse nelle regioni tropicali, subtropicali e temperate. La specie descritta è adatta per i margini degli ........

Epimedium

Epimedium, genere di 21 specie di piante perenni, rustiche, sempreverdi o semisempreverdi che formano dei bei tappeti ornamentali se coltivate in posizioni parzialmente ombreggiate. In primavera le foglie giovani, verdi,  ........

Nelumbo (Fior di Loto)

Nelumbo (Fior di Loto), genere di 2 specie perenni, acquatiche, una delle quali, il Fior di Loto propriamente detto, è conosciuta sin dall’antichità. Ambedue hanno foglie peltate, a lamina tondeggiante, ondulata, leggermente ........


erbacee perenni Filipendula
Filipendula

La Filipendula, genere di 10 specie di piante erbacee, perenni, rustiche che crescono bene nei terreni umidi assieme alle Lythrum e Lysimachia. Sono adatte per le bordure e per la raccolta dei fiori recisi. I fiori piccoli, rosa, rossi o bianchi sono riuniti in grandi infiorescenze erette, terminali.
Tutte le specie si piantano in ottobre o in marzo. La Filipendula exapetala cresce bene in pieno sole e in qualsiasi terreno alcalino e ben drenato. Le altre specie e varietà crescono bene nei luoghi soleggiati o parzialmente ombreggiati in qualsiasi terreno, purchè sufficientemente umido.
Si concimano in aprile-marzo con letame maturo e in ottobre si tagliano i fusti fioriferi alla base.

Filipendula camtschatica: pianta originaria della Manciuria, alta 1.2-2.5 m, va piantata mantenendo una distanza tra le piante di 60 cm. Pianta con foglie palmate e fiori profumati bianchi, lanosi, riuniti in corimbi larghi 15-20 cm che sbocciano in giugno-luglio. La  varietà F.c.rosea ha fiori rosa-rossi.
Filipendula hexapetala: pianta originaria dell'Europa, Italia, Asia minore, Siberia, è alta 60-80 cm, va piantata mantenendo una distanza tra le piante di 40 cm. Le foglie sono imparipennate, composte da 5-9 foglioline, di cui quelle apicali possono anche essere saldate, formando un segmento terminale a 3-5 lobi. I fiori, piccoli, bianco-crema, a volte soffusi di rosa, riunite in cime corimbose appiattite larghe 10-15 cm, sbocciano in giugno-luglio. La varietà coltivata di solito è la Flore-pleno, alta 50-60 cm che produce infiorescenze compatte, formate da fiori doppi, bianchi e, rispetto alla specie tipica, mal si adatta ai terreni umidi.
Filipendula palmata: pianta originaria della Siberia, alta 0.6-1 m, deve essere piantata mantenendo una distanza tra le piante di 50 cm. Ha foglie a 5 lobi, verde scuro, con peluria bianca sulla pagina inferiore e fiori piccoli, rosa o bianchi, riuniti in pannocchie larghe 15 cm che sbocciano in luglio.
Filipendula rubra: pianta originaria delle regioni orientali degli Stati Uniti, è alta 1.2 m e deve essere piantata mantenendo una distanza tra le piante di 60 cm. Ha fusti robusti e foglie pennate, con una grande fogliolina terminale e fiori rosa scuro, riuniti in infiorescenze larghe 15-25 cm che compaiono in estate.
Filipendula ulmaria: pianta originaria dell'Europa, Italia e Asia settentrionale, è alta 0.6-1 m e deve essere piantata mantenendo una distanza tra le piante di 45 cm. Ha foglie grossolanamente dentate, pennate di color verde scuro sulla pagina superiore e bianche e pelose sulla pagina inferiore. I fiori, color bianco-crema sono profumati e riuniti in cime corimbose appiattite, larghe fino a 15 cm che compaiono da giugno ad agosto.


riproduzione: generalmente si moltiplicano per divisione dei cespi in ottobre o marzo. Si possono anche seminare in febbraio-marzo in terrine o vasi riempiti con una composta da semi alla temperatura di 10-12° C. Quando le piantine saranno abbastanza grandi da essere maneggiate, si ripicchettano in cassette e si sistemeranno poi a dimora nella primavera successiva. Bisogna tener conto che le piantine riprodotte da seme impiegheranno 3 anni prima di entrare in fioritura.
esposizione:
fioritura: tra giugno e luglio a seconda della varietà



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su