rampicanti da fiore Akebia
Akebia

Akebia, genere di specie arbustive rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Berberidacee, originarie dell’Asia orientale, con rami volubili, adatte per ricoprire muri e sostegni. Hanno una fioritura primaverile molto ornamentale rappresentata da grappoli di fiori, quelli femminili posti all’apice più piccoli e marroni, quelli maschili di un bel rosa carico, situati alla base.

Facile da coltivare, l’Akebia predilige terreni freschi e leggeri, ben drenati, esposti al sole o a mezz’ombra, purché in posizione riparata. Si mettono a dimora in primavera o in autunno.

Akebia lobata: pianta sempreverde che può raggiungere e superare i 4 metri d’altezza se posta i posizioni soleggiate. Le foglioline sono ovate, dai margini grossolanamente dentati. Fiorisce in aprile. I frutti sono delle grosse bacche ovoidali color porpora scuro che maturano in autunno.
Akebia quinata: pianta rampicante semisempreverde, dai fiori rosa-porpora, riuniti in racemi, che compaiono tra aprile e maggio e seguiti da abbondanti grosse bacche violacee.


riproduzione: per talea, il metodo più diffuso e anche il più affidabile. In estate si prelevano talee di legno e si mettono a radicare in un terriccio a base di torba e sabbia in arti uguali, in letto caldo. Le talee radicate si rinvasano in vasi da 10-12 cm e si tengono in ambiente protetto fino alla primavera successiva. In autunno si potranno mettere a dimora in piena terra.
Buoni risultati si ottengono anche con la divisione dei cespi da effettuare in primavera, o per propaggine. In questo secondo caso i rami si interrano in autunno e vengono staccati dalla pianta madre dopo un anno circa, quando avranno messo le radici.
esposizione:
fioritura: tra aprile e maggio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Crinum

Crinum, genere di più di 100 specie di piante bulbose, delicate. Le specie descritte possono essere coltivate all'aperto solo nelle zone a clima mite. Nell'Italia settentrionale si coltivano in vaso, portando le piante al ........

Androsace

Androsace, genere comprendente più di 100 specie di piante erbacee perenni, rustiche, di origine montana, appartenenti alla famiglia delle Primulacee, di taglia ridotta che non supera i 2-3 cm. Le foglie sono disposte a ........

Convallaria (Mughetto)
Convallaria (Mughetto), genere comprendente una sola specie erbacea, perenne, rustica. Questa pianta, molto nota, si sviluppa da un rizoma allungato, orizzontale, ramificato e, in condizioni adatte, si espande rapidamente. ........

Corydalis
Corydalis, genere di 320 specie di piante perenni, rustiche, con foglie delicate, profondamente divise e fiori tubolosi, speronati. Le specie descritte sono adatte per i giardini rocciosi e alpini.
Si piantano ........

Albero di Giuda (Cercis)

L' Albero di Giuda (Cercis) originario dell'Asia minore ed Europa meridionale (Cercis siliquastrum) e della Florida e Carolina (Cercis Canadensis) comprende 7 ........

 

Ricetta del giorno
Torta di pere caramellate
Sbucciare le pere, tagliarle a metà e togliere il torsolo, quindi tagliarle a fette piuttosto spesse e bagnarle con il limone. Nel frattempo accendere ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Pernettya

Pernettya, genere di 20 specie di arbusti sempreverdi, rustici, a crescita lenta, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae. La specie descritta è adatta per coprire il terreno nelle posizioni soleggiate o a mezz’ombra. ........

Maclura

Maclura, genere di 12 specie di piante arbustive e arboree appartenenti alla famiglia delle Moraceae, diffuse allo stato spontaneo in Asia, Africa e Stati Uniti. La specie descritta è particolarmente indicata ad essere utilizzata  ........

Phygelius

Phygelius, genere di 2 specie di piante suffruticose, semirustiche, sempreverdi, adatte per le zone a clima mite; nelle regioni più fredde devono essere piantate in posizioni protette. Sono ottime per le bordure e sopportano ........

Mentzelia

Mentzelia, genere di 70 specie di piante erbacee annuali, biennali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Loasaceae. La specie descritta ha fiori molto appariscenti ed è adatta alla coltivazione nelle bordure annuali ........

Poinciana

La Poinciana , originaria del Madagascar, messico, Isole Mascarene, Antille, comprende 2 specie ed è un albero sempreverde, fiorifero, alto circa 10-12 m.
Le foglie sono composte da foglioline molto ........


rampicanti da fiore Akebia
Akebia

Akebia, genere di specie arbustive rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Berberidacee, originarie dell’Asia orientale, con rami volubili, adatte per ricoprire muri e sostegni. Hanno una fioritura primaverile molto ornamentale rappresentata da grappoli di fiori, quelli femminili posti all’apice più piccoli e marroni, quelli maschili di un bel rosa carico, situati alla base.

Facile da coltivare, l’Akebia predilige terreni freschi e leggeri, ben drenati, esposti al sole o a mezz’ombra, purché in posizione riparata. Si mettono a dimora in primavera o in autunno.

Akebia lobata: pianta sempreverde che può raggiungere e superare i 4 metri d’altezza se posta i posizioni soleggiate. Le foglioline sono ovate, dai margini grossolanamente dentati. Fiorisce in aprile. I frutti sono delle grosse bacche ovoidali color porpora scuro che maturano in autunno.
Akebia quinata: pianta rampicante semisempreverde, dai fiori rosa-porpora, riuniti in racemi, che compaiono tra aprile e maggio e seguiti da abbondanti grosse bacche violacee.


riproduzione: per talea, il metodo più diffuso e anche il più affidabile. In estate si prelevano talee di legno e si mettono a radicare in un terriccio a base di torba e sabbia in arti uguali, in letto caldo. Le talee radicate si rinvasano in vasi da 10-12 cm e si tengono in ambiente protetto fino alla primavera successiva. In autunno si potranno mettere a dimora in piena terra.
Buoni risultati si ottengono anche con la divisione dei cespi da effettuare in primavera, o per propaggine. In questo secondo caso i rami si interrano in autunno e vengono staccati dalla pianta madre dopo un anno circa, quando avranno messo le radici.

esposizione:
fioritura: tra aprile e maggio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su