articolo Cucina
Alimentazione. Dimagrire mangiando bene freccelunedì 14 gennaio 2013 


L’alimentazione è una delle cose con cui bisogna fare i conti praticamente tutti i giorni, perché è una di quelle cose di cui non è possibile fare a meno. L’alimentazione, il mangiare tanto per intenderci, non è solo una questione di sopravvivenza, perché mangiare è anche gioia allegria, convivialità, un momento, o meglio, del tempo da trascorrere piacevolmente con gli amici. Il rischio è rappresentato dalla possibilità che ci si faccia prendere la mano e che quindi si cominci a perdere il controllo del giro vita, e allora ecco le affannose ricerche di una dieta che faccia al proprio caso, che consenta di rientrare rapidamente nel peso forma.

Un desiderio legittimo che tuttavia nasconde delle insidie in quanto una dieta inappropriata potrebbe creare dei problemi , soprattutto nel lungo periodo, problemi non percepibili nell’immediato e quindi ancor più pericolosi. Tra le tante diete quelle maggiormente seguite sono le diete iperproteiche, quelle che del resto nascondono le maggiori insidie, anche se poi sono quelle che in molti casi consentono di raggiungere l’obiettivo del controllo ponderale. Una dieta iperproteica, ovvero particolarmente sbilanciata a favore delle proteine essere causa di  insorgenza o peggioramento di iperuricemia, pressione alta e disturbi renali, tutte cose cui è decisamente meglio stare alla larga. Una dieta del genere inoltre è per lo più povera di antiossidanti, fondamentali per contrastare i radicali liberi,  vitamine e polifenoli.

Quale allora la strada da seguire? La risposta non è difficile in quanto basterebbe semplicemente adattare la solita dieta alimentare, quella di tutti i giorni, alle necessità contingenti, avendo cura di eliminare tutti quegli alimenti che notoriamente sono ipercalorici o particolarmente ricchi di grassi.
Quindi per prima cosa è bene evitare di eliminare dalla dieta alcune categorie di alimenti, come propongono certe diete estreme, perché  la varietà e la completezza della dieta sono fondamentali per la buona salute. Il trucco sta nel ridurre le quantità di pasta e pane e limitare dolci e grassi.

La verdura deve avere un posto di rilievo in tavola perché è un alimento  a bassa densità calorica ed è oltre tutto particolarmente saziante. Alcuni nutrizionisti consigliano di iniziare il pasto con un bel piatto di insalata proprio per aumentare l’effetto saziante, ma senza arrivare a sconvolgere le abitudini fino a questo punto, basterebbe rispettare la regola del cinque, ovvero cinque porzioni tra frutta e verdura  nell’arco della giornata.

Per raggiungere riuscire nell’impresa  che a prima vista potrebbe sembrare impossibile, basta iniziare mangiando una porzione di frutta sin dalla prima colazione, che non va mai saltata, per poi consumare frutta anche nello spuntino di mezza mattinata, quindi una porzione di insalata a pranzo, frutta a merenda e infine  una ulteriore porzione di frutta e/o verdura a cena. Quindi niente di particolarmente complicato. La sola raccomandazione da seguire è quella di variare con la verdura, in particolare giocando sui colori, quindi il giallo, il rosso e il viola, oltre naturalmente alla verdura a foglia verde.

Questa ritmo, rappresentato dalla colazione del mattino, spuntino, pranzo, merenda e cena, andrebbe mantenuto costante perché consente di normalizzare la produzione di insulina, ormone molto importante per un buon funzionamento del metabolismo. Anche se si mangia molta frutta a verdura che contengono molta acqua, è importante lo stesso bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, importante per ottimizzare il ricambio idrico delle cellule e l’eliminazione delle tossine.

Infine, ma non ultimo per importanza, il movimento. Non è richiesta una attività fisica particolare, tuttavia è necessario camminare per almeno 30 minuti a giorno, in quanto serve per bruciare i grassi di riserva, normalizzare la funzione intestinale, migliorare la ventilazione, migliorare la pompa cardiaca, contrastare e ridurre il colesterolo, allontanare il rischio di alcune neoplasie, in definitiva una vera e propria iniezione di buona salute.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  


   
Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Vedi anche

I datteri - sabato 14 dicembre 2013
I datteri sono i frutti della palma da dattero e sono originari del nord africa, dell'Arabia,del golfo Persico e del medio oriente in generale; i datteri rappresentano presso le popolazioni locali di queste zone una delle principali fonti di sostentamento, ........

Il caffè, tra leggenda e realtà - mercoledì 25 settembre 2013
Si narrano numerose leggende sull'origine del caffè. Tra le più note, quella di un pastore etiope di nome Kaldi. Un giorno, le sue capre, mentre erano al pascolo, mangiarono delle bacche e le foglie di una certa pianta. Fin qui nulla di strano ........

Il lievito madre - venerdì 27 settembre 2013
Il lievito madre è il lievito naturale per eccellenza. Sicuramente ne avrete sentito parlare data la sua recente riscoperta in ambito culinario. Riuscire a prepararlo in casa vi permetterà di realizzare prodotti da forno dolci o salati di ogni ........

Come preparare l'insalata bavarese - venerdì 15 novembre 2013
L'insalata bavarese è un piatto tipico europeo semplice da preparare, nutriente e gustoso. In questa guida vogliamo infatti aiutare il lettore, specialmente se è single ed ha poca dimestichezza in cucina, a prepararla in maniera semplice e veloce. ........

La magia delle noci - venerdì 6 dicembre 2013
Le noci sono un frutto molto salutare, in quanto contengono molte sostanze benefiche per il nostro organismo che agiscono sia internamente, che esternamente in modo positivo; le noci sono state oggetto di studio e si è scoperto che esse contengono ........

 

Ricetta del giorno
Lenticchie speziate all'indiana
Lavate le lenticchie e lasciatele scolare. Intanto in una padella mettete a rosolare la cipolla rossa, ben triturata, nell'olio e quando questa ....


Articoli correlati

Le gallette di riso, un pericolo per la salute - sabato 8 giugno 2013

Le gallette di riso, o meglio tutti i cereali e i prodotti a base di riso, quindi il riso stesso, sono potenzialmente pericolosi per la salute. Il pericolo è rappresentato dall’arsenico che è presente in piccolissima parte, si tratta di microgrammi, ........

Il peso ideale e i metodi per calcolarlo - giovedì 25 aprile 2013

Calcolare il peso ideale non è difficile, dal momento che esistono diversi metodi studiati per tale esigenza, tuttavia le variabili in gioco sono talmente tante che i risultati possono anche essere sostanzialmente differenti.  Infatti, ........

Slow Food o Fast Food? - giovedì 19 settembre 2013
Salve a tutti!!! Si sa che è sempre un piacere, consumare i pasti quotidiani in qualche locale. Da sempre ci piace stare insieme a qualche amico, la nostra famiglia o la nostra metà davanti ad un tavolo pieno di prelibatezze. Ma a questo scopo, ........

Menù Etnico – i cibi di Atlantide – parte 3 - lunedì 2 settembre 2013
Tsike mi disse che la parte successiva era per lui la più piacevole; il primo vero e proprio cibo di Atlantide. Quando me lo comunicò mi era già venuto un certo languorino, quindi veder preparare questi tortini di mais, carne e verdure, fu una ........

Una sana alimentazione e un po’ di attività fisica aiutano a restare giovani - sabato 20 aprile 2013

Per mantenersi in forma e restare giovani  è necessario mangiare bene e fare un po’ di sana attività fisica. Mangiare bene non significa mangiare abbondantemente, ma mangiare nella maniera corretta, alimentarsi e non abboffarsi, ........

Ricetta del giorno
Biscotti al limone
Lavorate il burro (tenendone da parte un cucchiaio che occorrerà in seguito) ammorbidito con lo zucchero e la buccia di limone grattuggiata; quando saranno ....

 articolo Cucina
Alimentazione. Dimagrire mangiando bene freccelunedì 14 gennaio 2013 

L’alimentazione è una delle cose con cui bisogna fare i conti praticamente tutti i giorni, perché è una di quelle cose di cui non è possibile fare a meno. L’alimentazione, il mangiare tanto per intenderci, non è solo una questione di sopravvivenza, perché mangiare è anche gioia allegria, convivialità, un momento, o meglio, del tempo da trascorrere piacevolmente con gli amici. Il rischio è rappresentato dalla possibilità che ci si faccia prendere la mano e che quindi si cominci a perdere il controllo del giro vita, e allora ecco le affannose ricerche di una dieta che faccia al proprio caso, che consenta di rientrare rapidamente nel peso forma.

Un desiderio legittimo che tuttavia nasconde delle insidie in quanto una dieta inappropriata potrebbe creare dei problemi , soprattutto nel lungo periodo, problemi non percepibili nell’immediato e quindi ancor più pericolosi. Tra le tante diete quelle maggiormente seguite sono le diete iperproteiche, quelle che del resto nascondono le maggiori insidie, anche se poi sono quelle che in molti casi consentono di raggiungere l’obiettivo del controllo ponderale. Una dieta iperproteica, ovvero particolarmente sbilanciata a favore delle proteine essere causa di  insorgenza o peggioramento di iperuricemia, pressione alta e disturbi renali, tutte cose cui è decisamente meglio stare alla larga. Una dieta del genere inoltre è per lo più povera di antiossidanti, fondamentali per contrastare i radicali liberi,  vitamine e polifenoli.

Quale allora la strada da seguire? La risposta non è difficile in quanto basterebbe semplicemente adattare la solita dieta alimentare, quella di tutti i giorni, alle necessità contingenti, avendo cura di eliminare tutti quegli alimenti che notoriamente sono ipercalorici o particolarmente ricchi di grassi.
Quindi per prima cosa è bene evitare di eliminare dalla dieta alcune categorie di alimenti, come propongono certe diete estreme, perché  la varietà e la completezza della dieta sono fondamentali per la buona salute. Il trucco sta nel ridurre le quantità di pasta e pane e limitare dolci e grassi.

La verdura deve avere un posto di rilievo in tavola perché è un alimento  a bassa densità calorica ed è oltre tutto particolarmente saziante. Alcuni nutrizionisti consigliano di iniziare il pasto con un bel piatto di insalata proprio per aumentare l’effetto saziante, ma senza arrivare a sconvolgere le abitudini fino a questo punto, basterebbe rispettare la regola del cinque, ovvero cinque porzioni tra frutta e verdura  nell’arco della giornata.

Per raggiungere riuscire nell’impresa  che a prima vista potrebbe sembrare impossibile, basta iniziare mangiando una porzione di frutta sin dalla prima colazione, che non va mai saltata, per poi consumare frutta anche nello spuntino di mezza mattinata, quindi una porzione di insalata a pranzo, frutta a merenda e infine  una ulteriore porzione di frutta e/o verdura a cena. Quindi niente di particolarmente complicato. La sola raccomandazione da seguire è quella di variare con la verdura, in particolare giocando sui colori, quindi il giallo, il rosso e il viola, oltre naturalmente alla verdura a foglia verde.

Questa ritmo, rappresentato dalla colazione del mattino, spuntino, pranzo, merenda e cena, andrebbe mantenuto costante perché consente di normalizzare la produzione di insulina, ormone molto importante per un buon funzionamento del metabolismo. Anche se si mangia molta frutta a verdura che contengono molta acqua, è importante lo stesso bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, importante per ottimizzare il ricambio idrico delle cellule e l’eliminazione delle tossine.

Infine, ma non ultimo per importanza, il movimento. Non è richiesta una attività fisica particolare, tuttavia è necessario camminare per almeno 30 minuti a giorno, in quanto serve per bruciare i grassi di riserva, normalizzare la funzione intestinale, migliorare la ventilazione, migliorare la pompa cardiaca, contrastare e ridurre il colesterolo, allontanare il rischio di alcune neoplasie, in definitiva una vera e propria iniezione di buona salute.


©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: