Articolo Elettricità Fai da te
Montare una presa elettricca ad incasso freccesabato 14 gennaio 2012      


Montare una presa elettrica  ad incaso o sostituire quella vecchia che non funziona più bene o che non è più adatta alle spine dei propri elettrodomestici, è una operazione che un buon fai-da-te può affrontare senza eccessive difficoltà. L'importante è fare attenzione e ricordarsi di adottare tutti gli accorgimenti di base per evitare pericoli. In primo luogo è necessario staccare l'interruttore del quadro generale, e assicurarsi che siano state disabilitate tutte le fasi, per evitare di prendere la scossa durante il lavoro.
Le prese moderne sono di tipo modulare e consentono l'inserimento di uno o più frutti che andranno alloggiati sull'apposita piastrina di supporto contenuta nella scatola portafrutti, quella per intenderci che viene all'oggiata nella parete. Ricordiamo che, per frutto si intende il corpo della singola presa, al quale andranno collegati i fili che sono in totale 3 e, per la precisione quello della fase, il neutro e il filo di terra, facilmente riconoscibile perchè bicolore: giallo-verde.

Ma procediamo con ordine. Innanzi tutto, come già detto in precedenza, è necessario staccare la corrente dell'interruttore generale e prendere le misure di dove collocare la presa e il tubo flessibile passafili. Ricordarsi, inoltre, di calcolare la lunghezza dei cavi necessari, meglio per eccesso che per difetto. Se troppo lunghi si possono tagliare, ma se troppo corti, fare una aggiunta potrebbe essere scomodo oltre che poco sicuro.

Con scalpello e mazzuolo praticare il foro nel muro, sempre che si tratti di installare una presa ex novo e no di sostituirne una vecchia, mentre se si tratta di cartongesso o di un pannello di compensato, si potrà utilizzare una sega a gattuccio, seguendo con attenzione la traccia eseguita precedentemente.

Sempre con lo scalpello e il mazzuolo, sega a gattuccio se cartongesso o compensato, eseguire la scanalatura in corrispondenza delle linee tracciate per inserire il tubo passafili. E' ovvio che si deve procedere con questa operazione fino ad arrivare alla cassetta di derivazione dalla quale si dovranno dipartire i fili elettrici.

Adagiare la cassetta e il tubo passafili nell'incavo e inserire il tubo nell'apposita fessura e tirare fuori i tre cavi, descritti in precedenza, che andranno poi collegati alla presa. Se l'incavo dove viene alloggiata la cassetta dovesse risultare troppo profondo, per evitare che questa col tempo possa, in un certo senso, affondare nel muro, aggiungere un po' di malta dietro la cassetta fin quando questa non risulterà essere perfettamente a filo con la parete. Murare il tutto con della malta.

Fissare le estremità dei conduttori elettrici nei morsetti del frutto e incastrare quest'ultimo nella cassetta facendo attenzione a far rientrare i cavi nel tubo con una certa delicatezza. Infine, applicare la mascherina e fissarla con le apposite viti o, in mancanza, negli appositi incastri.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Frullato di mirtilli
Mettere in un frullatore i mirtilli, il latte di riso(va bene anche quello di mandorle), la mezza banana e frullare per qualche minuto, fin quando si ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Montare una presa elettricca ad incasso - sabato 14 gennaio 2012

Montare una presa elettrica  ad incaso o sostituire quella vecchia che non funziona più bene o che non è più adatta alle spine dei propri elettrodomestici, è una operazione che un buon fai-da-te può affrontare senza ........

Gli interruttori: unipolare, bipolare e deviatore - sabato 18 maggio 2013

Gli interruttori possono essere di vario tipo e hanno la funzione di interrompere il collegamento elettrico tra la linea di alimentazione e l’apparecchio che può essere un elettrodomestico, un punto luce  o anche qualcosa d’altro.  Come ........

Aggiungere una presa in casa - sabato 2 novembre 2013
Aggiungere una presa in casa è un’esigenza molto diffusa, che nasce dinnanzi a piccoli cambiamenti (come acquisto di un nuovo mobile, di una scrivania o di un mobile per il computer) oppure in caso di una suddivisione di un grande ambiente in ........



Ricetta del giorno
Involtini di verza con riso integrale e seitan
Per preparare il riso.
Mettete l'olio e gli aromi in una pentola completamente in acciaio, che non presenti alcuna parte né in plastica, né in ....



 articolo Elettricità Fai da te
Montare una presa elettricca ad incasso freccesabato 14 gennaio 2012      

Montare una presa elettrica  ad incaso o sostituire quella vecchia che non funziona più bene o che non è più adatta alle spine dei propri elettrodomestici, è una operazione che un buon fai-da-te può affrontare senza eccessive difficoltà. L'importante è fare attenzione e ricordarsi di adottare tutti gli accorgimenti di base per evitare pericoli. In primo luogo è necessario staccare l'interruttore del quadro generale, e assicurarsi che siano state disabilitate tutte le fasi, per evitare di prendere la scossa durante il lavoro.
Le prese moderne sono di tipo modulare e consentono l'inserimento di uno o più frutti che andranno alloggiati sull'apposita piastrina di supporto contenuta nella scatola portafrutti, quella per intenderci che viene all'oggiata nella parete. Ricordiamo che, per frutto si intende il corpo della singola presa, al quale andranno collegati i fili che sono in totale 3 e, per la precisione quello della fase, il neutro e il filo di terra, facilmente riconoscibile perchè bicolore: giallo-verde.

Ma procediamo con ordine. Innanzi tutto, come già detto in precedenza, è necessario staccare la corrente dell'interruttore generale e prendere le misure di dove collocare la presa e il tubo flessibile passafili. Ricordarsi, inoltre, di calcolare la lunghezza dei cavi necessari, meglio per eccesso che per difetto. Se troppo lunghi si possono tagliare, ma se troppo corti, fare una aggiunta potrebbe essere scomodo oltre che poco sicuro.

Con scalpello e mazzuolo praticare il foro nel muro, sempre che si tratti di installare una presa ex novo e no di sostituirne una vecchia, mentre se si tratta di cartongesso o di un pannello di compensato, si potrà utilizzare una sega a gattuccio, seguendo con attenzione la traccia eseguita precedentemente.

Sempre con lo scalpello e il mazzuolo, sega a gattuccio se cartongesso o compensato, eseguire la scanalatura in corrispondenza delle linee tracciate per inserire il tubo passafili. E' ovvio che si deve procedere con questa operazione fino ad arrivare alla cassetta di derivazione dalla quale si dovranno dipartire i fili elettrici.

Adagiare la cassetta e il tubo passafili nell'incavo e inserire il tubo nell'apposita fessura e tirare fuori i tre cavi, descritti in precedenza, che andranno poi collegati alla presa. Se l'incavo dove viene alloggiata la cassetta dovesse risultare troppo profondo, per evitare che questa col tempo possa, in un certo senso, affondare nel muro, aggiungere un po' di malta dietro la cassetta fin quando questa non risulterà essere perfettamente a filo con la parete. Murare il tutto con della malta.

Fissare le estremità dei conduttori elettrici nei morsetti del frutto e incastrare quest'ultimo nella cassetta facendo attenzione a far rientrare i cavi nel tubo con una certa delicatezza. Infine, applicare la mascherina e fissarla con le apposite viti o, in mancanza, negli appositi incastri.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: