Articolo Riscaldamento Stufe a pellet
Pellet o legno? Quale sistema scegliere? freccemercoledì 19 ottobre 2011      


Pellet o legno per ricaldare la casa? Quale dei due combustibili è il più indicato, il più economico e dotato di un potere calorico migliore.
La scelta potrebbe sembrare difficile anche se in effetti non lo è. Tutto dipende, innanzi tutto dalla tipologia dell'abitazione da riscaldare e dalla disponibilità di combustibile. Certamente, chi vive in campagna e ha la possibilità di adibire una parte del suo podere alla coltivazione  di legno ceduo, cioè quel tipo di essenza arborea come la Quercia o la Robinia che meglio si adattano ad essere periodicamente tagliate per la raccolta del legno, senza arrecare danni alla pianta che riprenderà regolarmente a crescere, dovrà e potrà necessaria,mente scegliere il legno come combustibile. Praticamente avrà la possibilità di avere dell'ottimo combustibile a costo zero, fatta eccezione per quel poco di benzina necessaria per la motosega.

Oltre tutto, le essenze appena citate, sono quelle che sviluppano maggior calore, quindi da preferirsi.
Perchè la legna renda bene, è necessario che sia ben stagionata, in quanto questa ne migliora la combustione e ne riduce la quantità necessaria per il riscaldamento. Va conservata in luogo ventilato ed asciutto, in modo che possa stagionare tranquilla per almeno un paio d'anni.
Chi si trovasse nella necessità di dover acquistare la legna, è meglio che rivolga la propria preferenza alle specie autoctone, in modo da risparmiare sul costo.
Dalla combustione della legna poi si ricava, come ben sappiamo tutti, la  cenere, che non va dispersa dal momento che è un ottimo concime e quindi può essre usata nelle colture per migliorare il terreno.

Il pellet, invece, ha dei vantaggi innegabili rispetto alla legna, quali la sua comodità di stoccaggio,  ha un'alta resa calorica, non sporca, non inquina, è naturale e da luogo a pochi residui della combustione.
Inoltre, le stufe a pellet sono comodissime, in quanto basta caricarle che funzioneranno in maniera automatica per ore, senza necessità di nessun intervento.

Bisogna tuttavia fare attenzione al tipo di pellet che si acquista, quindi è necessario che sia atossico, privo di collanti o vernici di qualsivoglia natura e che sia ricavato da legno garantito e quindi dotato di marchio di qualità.
Quindi, concludendo, una delle ragioni di una scelta piuttosto che dell'altra è rappresentata dalla disponibilità del combustibile. Se lo si ha praticamente a costo zero, è conveniente il legno, altrimenti il pellet è oggi la scelta più comoda e conveniente in assoluto.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Frittelle di banane
Amalgamate in una terrina gli ingredienti per la pastella, ovvero 125 gr di farina, 2 dl di acqua tiepida, 5 cucchiai d'olio, 1 uovo e 1 pizzico di sale, ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

La stufa a pellet, una soluzione molto vantaggiosa - domenica 25 settembre 2011
La stufa a pellet è oggi una delle migliori soluzioni per riscaldare autonomamente la propria abitazione. Queste stufe sono una evoluzione delle ormai consolidate stufe a legna, belle a vedersi, e dalle buone prestazioni. Le stufe a ........

Come scegliere il miglior sistema di riscaldamento - giovedì 12 settembre 2013
Elemento essenziale di ogni abitazione, specialmente quando si abita in zone molto fredde, è il sistema di riscaldamento, che non deve in nessun modo essere trascurato. Questo determina infatti il sistema di efficienza della nostra ........

Come proteggere la casa dal freddo - giovedì 28 novembre 2013
Se quando arriva l'inverno abbiamo la sfortuna di vivere in una casa fredda, e addirittura senza riscaldamento, non rimane da fare altro che cercare il più possibile di isolare la propria abitazione in modo da eliminare il più ........

Pellet o legno? Quale sistema scegliere? - mercoledì 19 ottobre 2011

Pellet o legno per ricaldare la casa? Quale dei due combustibili è il più indicato, il più economico e dotato di un potere calorico migliore.
La scelta potrebbe sembrare difficile anche se in effetti non lo è. Tutto dipende, innanzi ........



Ricetta del giorno
Involtini di verza con riso integrale e seitan
Per preparare il riso.
Mettete l'olio e gli aromi in una pentola completamente in acciaio, che non presenti alcuna parte né in plastica, né in ....



 articolo Riscaldamento Stufe a pellet
Pellet o legno? Quale sistema scegliere? freccemercoledì 19 ottobre 2011      

Pellet o legno per ricaldare la casa? Quale dei due combustibili è il più indicato, il più economico e dotato di un potere calorico migliore.
La scelta potrebbe sembrare difficile anche se in effetti non lo è. Tutto dipende, innanzi tutto dalla tipologia dell'abitazione da riscaldare e dalla disponibilità di combustibile. Certamente, chi vive in campagna e ha la possibilità di adibire una parte del suo podere alla coltivazione  di legno ceduo, cioè quel tipo di essenza arborea come la Quercia o la Robinia che meglio si adattano ad essere periodicamente tagliate per la raccolta del legno, senza arrecare danni alla pianta che riprenderà regolarmente a crescere, dovrà e potrà necessaria,mente scegliere il legno come combustibile. Praticamente avrà la possibilità di avere dell'ottimo combustibile a costo zero, fatta eccezione per quel poco di benzina necessaria per la motosega.

Oltre tutto, le essenze appena citate, sono quelle che sviluppano maggior calore, quindi da preferirsi.
Perchè la legna renda bene, è necessario che sia ben stagionata, in quanto questa ne migliora la combustione e ne riduce la quantità necessaria per il riscaldamento. Va conservata in luogo ventilato ed asciutto, in modo che possa stagionare tranquilla per almeno un paio d'anni.
Chi si trovasse nella necessità di dover acquistare la legna, è meglio che rivolga la propria preferenza alle specie autoctone, in modo da risparmiare sul costo.
Dalla combustione della legna poi si ricava, come ben sappiamo tutti, la  cenere, che non va dispersa dal momento che è un ottimo concime e quindi può essre usata nelle colture per migliorare il terreno.

Il pellet, invece, ha dei vantaggi innegabili rispetto alla legna, quali la sua comodità di stoccaggio,  ha un'alta resa calorica, non sporca, non inquina, è naturale e da luogo a pochi residui della combustione.
Inoltre, le stufe a pellet sono comodissime, in quanto basta caricarle che funzioneranno in maniera automatica per ore, senza necessità di nessun intervento.

Bisogna tuttavia fare attenzione al tipo di pellet che si acquista, quindi è necessario che sia atossico, privo di collanti o vernici di qualsivoglia natura e che sia ricavato da legno garantito e quindi dotato di marchio di qualità.
Quindi, concludendo, una delle ragioni di una scelta piuttosto che dell'altra è rappresentata dalla disponibilità del combustibile. Se lo si ha praticamente a costo zero, è conveniente il legno, altrimenti il pellet è oggi la scelta più comoda e conveniente in assoluto.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: