erbacee perenni Incarvėllea (Incarvillea)
Incarvėllea (Incarvillea)

La Incarvìllea (Incarvillea) , originaria della Cina, Tibet e Turkestan, comprende circa 15 specie ed è una pianta erbacea perenne, spesso con radici tuberizzate.
Le foglie possono essere semplici o alterne, oppure suddivise in segmenti a forma pennata di color verde chiaro.
I fiori molto belli sono grandi, con una corolla a forma di lunga tromba terminante con 5 petali dai coloriche vanno dal rosa carico al rosa-porpora, talvolta bianchi.
Si utilizza per bordura o bordo misto, per il giardino roccioso e per la coltura in vaso, in normali cassette da gerani.
La piantagione si effettua in primavera in terreno leggero, ben drenato, misto a 1/4 di sabbia e a 1/4 di torba in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. A torto l' Incarvìllea è ancora poco utilizzata e diffusa, nonostante la sua fioritura sia bella e prolungata nel tempo. Nelle regioni a inverni rigidi è meglio coprire i cespi, al sopraggiungere della cattiva stagione, con una pacciamatura di foglie secche o torba. Per quanto riguarda la concimazione, eseguire una somministrazione autunnale con fertilizzante organico e, da aprile a settembre, somministrazioni quindicinali di sangue secco misto a concime minerale completo con azione colorante da sciogliere nell'acqua delle annaffiature che devono essere non abbondanti, ma comunque tali da mantenere sempre il terreno fresco ma non inzuppato. Per evitare pericolosi ristagni d'acqua è consigliabile, all'atto dell'impianto, porre sul fondo della buca uno strato di ghiaia per favorire il drenaggio.

Incarvillea delavayi: alta 60 cm, ha foglie imparipennate verde scuro che si sviluppano dopo la fioritura. I fiori sono rosa carico e sbocciano dalla fine di maggio fino alla fine di luglio.
Incarvillea grandiflora: alta 20-30 cm, ha foglie dentate e fiori rosa-porpora che compaiono in luglio.
Incarvillea olgae: alta 30-60 cm, ha foglie imparipennate e fiori rosa-porpora che compaiono in giugno-luglio.

riproduzione: si effettua per divisione dei cespi o delle radici tuberizzate in autunno, facendo svernare le piantine in serra fredda per poi metterle a dimora in primavera; č possibile anche la moltiplicazione per semina, ma bisogna tener presente che per ottenere la prima fioritura č necessario attendere 3 anni almeno.
esposizione:
fioritura: da maggio a luglio a seconda della specie




Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Aiųga (Ajuga)

la Aiùga è una pianticella erbacea perenne, strisciante, originaria dell'Europa, Asia ed Africa,  che comprende circa 30 specie, di cui 6 spontanee in Italia e delle quali solo poche vengono ........

Clarkia
La Clarkia, originaria dell'America settentrionale e California, comprende circa 36 specie ed è una pianta annuale rustica che ben si adatta ai nostri climi.
Le foglie sono ovate, portate su fusti sottili ........

Poinciana

La Poinciana , originaria del Madagascar, messico, Isole Mascarene, Antille, comprende 2 specie ed è un albero sempreverde, fiorifero, alto circa 10-12 m.
Le foglie sono composte da foglioline molto ........

Brodiaea

Brodiaea, genere di 40 specie di piante bulbose originarie del continente americano; crescono bene prevalentemente in regioni caratterizzate da estati calde e secche e inverni umidi e miti. Alcune specie sono ora inserite ........

Echinacea

Echinacea, genere di 3 specie di piante erbacee perenni, rustiche. Le specie descritte sono adatte per le bordure soleggiate e per la produzione di fiori da recidere.
Si piantano in ottobre o in marzo in pieno sole, in ........

 

Ricetta del giorno
Caprese mozzarella e anguria
Fare bollire l'aceto balsamico e lo zucchero in un pentolino a fuoco medio fin quando non avrā assunto l'aspetto di uno sciroppo denso, simile al miele, ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Acokanthera

Acokanthera, genere comprendente numerose specie molto decorative da serra, appartenenti alla famiglia delle Apicinacee, originarie di diverse regioni dell’Africa, dove si sviluppano in frutici sempreverdi, a fiori bianchi ........

Tritonia

Tritonia, genere di 55 piante bulbose, originarie dell'Africa tropicale e meridionale, affini a quelle dei generi Freesia e Crocosmia, con cui spesso sono confuse. Hanno foglie simili a quelle delle specie appartenenti ai ........

Sempervivum (Semprevivo)
Il Semprevivum (Semprevivo) è una pianta che annovera 25 specie, succulenta, sempreverde, rustica con foglie riunite in rosette. Le specie rustiche che sono quì descritte, sono adatte al giardino roccioso ........

Erythronium

Erythronium, genere di 25 specie di piante bulbose, rustiche. Le specie descritte hanno foglie lanceolate, spesso variegate o macchiate di grigio o marrone. I fiori, penduli, larghi 5-7 cm, con 6 tepali lanceolati, appuntiti, ........

Physostegia
La Physostegia è una pianta erbacea, rustica  perenne, originaria dell'America settentrionale, che comprende circa 15 specie e che ha fiori simili a quelli della Cocca di Leone, color rosa, malva ........


erbacee perenni Incarvėllea (Incarvillea)
Incarvėllea (Incarvillea)

La Incarvìllea (Incarvillea) , originaria della Cina, Tibet e Turkestan, comprende circa 15 specie ed è una pianta erbacea perenne, spesso con radici tuberizzate.
Le foglie possono essere semplici o alterne, oppure suddivise in segmenti a forma pennata di color verde chiaro.
I fiori molto belli sono grandi, con una corolla a forma di lunga tromba terminante con 5 petali dai coloriche vanno dal rosa carico al rosa-porpora, talvolta bianchi.
Si utilizza per bordura o bordo misto, per il giardino roccioso e per la coltura in vaso, in normali cassette da gerani.
La piantagione si effettua in primavera in terreno leggero, ben drenato, misto a 1/4 di sabbia e a 1/4 di torba in posizione soleggiata o parzialmente ombreggiata. A torto l' Incarvìllea è ancora poco utilizzata e diffusa, nonostante la sua fioritura sia bella e prolungata nel tempo. Nelle regioni a inverni rigidi è meglio coprire i cespi, al sopraggiungere della cattiva stagione, con una pacciamatura di foglie secche o torba. Per quanto riguarda la concimazione, eseguire una somministrazione autunnale con fertilizzante organico e, da aprile a settembre, somministrazioni quindicinali di sangue secco misto a concime minerale completo con azione colorante da sciogliere nell'acqua delle annaffiature che devono essere non abbondanti, ma comunque tali da mantenere sempre il terreno fresco ma non inzuppato. Per evitare pericolosi ristagni d'acqua è consigliabile, all'atto dell'impianto, porre sul fondo della buca uno strato di ghiaia per favorire il drenaggio.

Incarvillea delavayi: alta 60 cm, ha foglie imparipennate verde scuro che si sviluppano dopo la fioritura. I fiori sono rosa carico e sbocciano dalla fine di maggio fino alla fine di luglio.
Incarvillea grandiflora: alta 20-30 cm, ha foglie dentate e fiori rosa-porpora che compaiono in luglio.
Incarvillea olgae: alta 30-60 cm, ha foglie imparipennate e fiori rosa-porpora che compaiono in giugno-luglio.

riproduzione: si effettua per divisione dei cespi o delle radici tuberizzate in autunno, facendo svernare le piantine in serra fredda per poi metterle a dimora in primavera; č possibile anche la moltiplicazione per semina, ma bisogna tener presente che per ottenere la prima fioritura č necessario attendere 3 anni almeno.
esposizione:
fioritura: da maggio a luglio a seconda della specie



Se ti č piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su