arbusti sempreverdi Pittòsporo Pittosporum)
Pittòsporo Pittosporum)

Il Pittòsporo (Pittosporum) originario dell'Africa, Asia, Australia, Nuova Zelanda e Isole del Pacifico, comprende circa 80 specie ed è un aubusto o piccolo albero di limitata altezza.
Le foglie, quasi sempre presistenti, sono avali ad apice arrotondato, coriacee, lucenti, di color verde scuro.
I fiori, gradevolmente profumati, sono piccoli e graziosi, riuniti in infiorescenze di varia forma e di colore che varia dal bianco al giallo, dal verde al porpora, dall'avorio al marrone.
Si utilizza come esemplare isolato o in gruppi, per siepi e anche per la coltura in vaso purchè profondi almeno 50-60 cm.
Si pianta in autunno nelle regioni a clima mite e in primavera in quelle più fredde in normale terra da giardino mista a 1/4 di torba e a 1/4 di sabbia. Il Pittòsporo non sopporta bene gli inverni rigidi e quindi nelle regioni settentrionali, al sopraggiungere della cattiva stagione, dovrebbe essere protetto con una pacciamatura al piede della pianta e con una copertura di plastica sulla chioma, anche se, nella maggior parte dei casi, le pianta si è ambientata al Nord abbastanza bene. Concimare gli esemplari con concime organico in autunno e con concime minerale completo in granuli a lenta cessione in primavera. Controllare spesso le foglie in quanto le piante sono frequentemente attaccate dalla cocciniglia.

Pittosporum coriaceum: alto 3 m, fiorisce in bianco a maggio ed è pianta particolarmente sensibile al freddo.
Pittosporum daphniphyllum: alto anche 8 m, ha fiori giallo verdi e frutti rossi simili a bacche.
Pittosporum phillyraeoides: alto 4 m, fiorisce abbondantemente in giallo.
Pittosporum tobira: alto anche 5 m, è la specie più coltivata nel nostr Paese, soprattutto nella classica forma arbustiva, ma può essere allevato ad alberetto e, in alcune zone costiere, si è anche spontaneizzato; ha fiori bianco-avorio, profumati, nella tarda primavera.

riproduzione: si esegue per margotta in luglio o per talea semilegnosa in agosto, facendo radicare sotto una campana di vetro o plastica su terriccio sabbioso e umido, e tenendo le piantina all'ombra fino a perfetto radicamento.
esposizione:
fioritura: tra la primavera e inizio estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Ixia

Ixia, genere di circa 40 specie di piante bulbose, delicate, appartenenti alla famiglia delle Iridaceae, originarie del Sud-Africa. Si coltivano all’aperto nelle regioni a clima particolarmente mite, e si utilizzano anche ........

Crepis

Crepis, genere di 200 piante erbacee, annuali, biennali e perenni, rustiche. Le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso o per il primo piano delle bordure.
Crescono bene in tutti i terreni ben drenati, inclusi ........

Cerastium (Cerastio)

Cerastium (Cerastio), genere di 60 specie di piante erbacee, perenni, annuali e rustiche. Molte di queste sono invadenti e infestanti in giardino, ma le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per formare ........

Glycyrrhiza

Glycyrrhiza, genere di 18 specie di piante erbacee, perenni, diffuse nelle regioni temperate e subtropicali di tutti i continenti. La specie descritta, spontanea in Italia, coltivata per la produzione della liquirizia, può ........

Convòlvolo (Convolvolus)

Il Convòlvo (Convolvolus) è originario del bacino del Mediterraneo, comprende circa 200 specie ed è una pianta erbacea, rampicante annuale o perenne, talvolta semiarbustiva o cespugliosa.

 

Ricetta del giorno
Spaghetti al pesto di rucola e pistacchi
Mettere a bollire l’acqua per la pasta, e una volta raggiunto il bollore, salarla e tuffarvi gli spaghetti, quindi rimettere il coperchio alla pentola ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Colutea

Colutea, genere di 26 specie di arbusti a foglie decidue, delicati e rustici. La specie descritta produce frutti molto ornamentali.
Si pianta da ottobe a marzo in tutti i terreni da giardino, in posizioni soleggiate.

Potatura: ........

Sanguisorba

Sanguisorba, genere di 2-3 specie di piante perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Rosaceae, facili da coltivare e adatte per le bordure soleggiate o parzialmente ombreggiate. Producono fiori con stami prominenti, ........

Grevillea
La Grevillea, genere di 90 specie di arbusti e alberelli sempreverdi, è originaria della Nuova Guinea della Nuova Caledonia. Le foglie sono alterne, aghiformi, intere o frastagliate, a seconda della specie.

Leontopodium

Leontopodium, genere di 30 specie di piante erbacee, perenni e rustiche. La specie descritta cresce bene nei terreni calcarei, si moltiplica per seme ed è adatta per il giardino alpino. Può essere coltivata anche nei giardini ........

Trapa

Trapa, genere comprendente alcune specie acquatiche, appartenenti alla famiglia delle Trapaceae, diffuse allo stato spontaneo nelle regioni sud-orientali europee, nelle zone temperate e tropicali dell’Asia e in Africa. La ........


arbusti sempreverdi Pittòsporo Pittosporum)
Pittòsporo Pittosporum)

Il Pittòsporo (Pittosporum) originario dell'Africa, Asia, Australia, Nuova Zelanda e Isole del Pacifico, comprende circa 80 specie ed è un aubusto o piccolo albero di limitata altezza.
Le foglie, quasi sempre presistenti, sono avali ad apice arrotondato, coriacee, lucenti, di color verde scuro.
I fiori, gradevolmente profumati, sono piccoli e graziosi, riuniti in infiorescenze di varia forma e di colore che varia dal bianco al giallo, dal verde al porpora, dall'avorio al marrone.
Si utilizza come esemplare isolato o in gruppi, per siepi e anche per la coltura in vaso purchè profondi almeno 50-60 cm.
Si pianta in autunno nelle regioni a clima mite e in primavera in quelle più fredde in normale terra da giardino mista a 1/4 di torba e a 1/4 di sabbia. Il Pittòsporo non sopporta bene gli inverni rigidi e quindi nelle regioni settentrionali, al sopraggiungere della cattiva stagione, dovrebbe essere protetto con una pacciamatura al piede della pianta e con una copertura di plastica sulla chioma, anche se, nella maggior parte dei casi, le pianta si è ambientata al Nord abbastanza bene. Concimare gli esemplari con concime organico in autunno e con concime minerale completo in granuli a lenta cessione in primavera. Controllare spesso le foglie in quanto le piante sono frequentemente attaccate dalla cocciniglia.

Pittosporum coriaceum: alto 3 m, fiorisce in bianco a maggio ed è pianta particolarmente sensibile al freddo.
Pittosporum daphniphyllum: alto anche 8 m, ha fiori giallo verdi e frutti rossi simili a bacche.
Pittosporum phillyraeoides: alto 4 m, fiorisce abbondantemente in giallo.
Pittosporum tobira: alto anche 5 m, è la specie più coltivata nel nostr Paese, soprattutto nella classica forma arbustiva, ma può essere allevato ad alberetto e, in alcune zone costiere, si è anche spontaneizzato; ha fiori bianco-avorio, profumati, nella tarda primavera.

riproduzione: si esegue per margotta in luglio o per talea semilegnosa in agosto, facendo radicare sotto una campana di vetro o plastica su terriccio sabbioso e umido, e tenendo le piantina all'ombra fino a perfetto radicamento.
esposizione:
fioritura: tra la primavera e inizio estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su