arbusti sempreverdi Pittòsporo Pittosporum)
Pittòsporo Pittosporum)

Il Pittòsporo (Pittosporum) originario dell'Africa, Asia, Australia, Nuova Zelanda e Isole del Pacifico, comprende circa 80 specie ed è un aubusto o piccolo albero di limitata altezza.
Le foglie, quasi sempre presistenti, sono avali ad apice arrotondato, coriacee, lucenti, di color verde scuro.
I fiori, gradevolmente profumati, sono piccoli e graziosi, riuniti in infiorescenze di varia forma e di colore che varia dal bianco al giallo, dal verde al porpora, dall'avorio al marrone.
Si utilizza come esemplare isolato o in gruppi, per siepi e anche per la coltura in vaso purchè profondi almeno 50-60 cm.
Si pianta in autunno nelle regioni a clima mite e in primavera in quelle più fredde in normale terra da giardino mista a 1/4 di torba e a 1/4 di sabbia. Il Pittòsporo non sopporta bene gli inverni rigidi e quindi nelle regioni settentrionali, al sopraggiungere della cattiva stagione, dovrebbe essere protetto con una pacciamatura al piede della pianta e con una copertura di plastica sulla chioma, anche se, nella maggior parte dei casi, le pianta si è ambientata al Nord abbastanza bene. Concimare gli esemplari con concime organico in autunno e con concime minerale completo in granuli a lenta cessione in primavera. Controllare spesso le foglie in quanto le piante sono frequentemente attaccate dalla cocciniglia.

Pittosporum coriaceum: alto 3 m, fiorisce in bianco a maggio ed è pianta particolarmente sensibile al freddo.
Pittosporum daphniphyllum: alto anche 8 m, ha fiori giallo verdi e frutti rossi simili a bacche.
Pittosporum phillyraeoides: alto 4 m, fiorisce abbondantemente in giallo.
Pittosporum tobira: alto anche 5 m, è la specie più coltivata nel nostr Paese, soprattutto nella classica forma arbustiva, ma può essere allevato ad alberetto e, in alcune zone costiere, si è anche spontaneizzato; ha fiori bianco-avorio, profumati, nella tarda primavera.

riproduzione: si esegue per margotta in luglio o per talea semilegnosa in agosto, facendo radicare sotto una campana di vetro o plastica su terriccio sabbioso e umido, e tenendo le piantina all'ombra fino a perfetto radicamento.
esposizione:
fioritura: tra la primavera e inizio estate




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Eupatorium

Eupatorium, genere di 1200 specie di piante erbacee, suffruticose e arbustive, rustiche, semirustiche e delicate. Le specie descritte, erbacee, perenni e rustiche, sono adatte per i terreni molto umidi e si utilizzano per ........

Glaucium

Glaucium, genere di 25 specie di erbacee annuali, biennali e perenni, rustiche. Le specie descritte sono biennali e particolarmente adatte per i giardini delle zone litoranee, dove possono essere coltivate nei terreni sabbioosi. ........

Cerastium (Cerastio)

Cerastium (Cerastio), genere di 60 specie di piante erbacee, perenni, annuali e rustiche. Molte di queste sono invadenti e infestanti in giardino, ma le specie descritte sono adatte per il giardino roccioso e per formare ........

Sanguisorba

Sanguisorba, genere di 2-3 specie di piante perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Rosaceae, facili da coltivare e adatte per le bordure soleggiate o parzialmente ombreggiate. Producono fiori con stami prominenti, ........

Actinidia – Kiwi

Actinidia o Kiwi, genere di 40 specie di arbusti rampicanti rustici a foglie caduche, appartenenti alla famiglia delle Actinidiacee, originari dell’Asia Orientale, adatti per coprire muri, pergole e tronchi di vecchi alberi. ........

 

Ricetta del giorno
Polpettine di fagioli
Lessare le patate, sbucciarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e metterle da parte. Lessare nel frattempo i fagioli, tritare il porro, sgocciolare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Acalypha

Acalypha, genere comprendente oltre 300 specie di arbusti e piante erbacee, appartenenti alla famiglia delle Euforbiacee, tutte originarie delle zone calde. Le foglie sono largamente ovate e di diversa colorazione, di grande ........

Olmo (Ulmus)

Olmo (Ulmus), genere di 45 specie di alberi rustici a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Olmacee, originari delle regioni temperate dell’emisfero boreale. Per il loro bell’aspetto, la rapida crescita nelle ........

Asphodelus (Asfodelo)

Asphodelus (Asfodelo), genere di 12 specie di piante erbacee, perenni, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, diffuse nel bacino del mediterraneo e nell’Asia occidentale. Crescono bene anche nei luoghi aridi ........

Cassiope

Cassiope, genere di 12 specie di arbusti sempreverdi rustici, di dimensioni molto limitate, originari delle regioni artiche e delle montagne dell'emisfero settentrionale. Sono piante adatte per i terreni freschi, torbosi; ........

Nomocharis

Nomocharis, genere di 16 specie di piante bulbose, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, originarie dell’Himalaya e delle zone montuose della Cina occidentale. Nonostante diano ottimi risultati in buone condizioni ........


arbusti sempreverdi Pittòsporo Pittosporum)
Pittòsporo Pittosporum)

Il Pittòsporo (Pittosporum) originario dell'Africa, Asia, Australia, Nuova Zelanda e Isole del Pacifico, comprende circa 80 specie ed è un aubusto o piccolo albero di limitata altezza.
Le foglie, quasi sempre presistenti, sono avali ad apice arrotondato, coriacee, lucenti, di color verde scuro.
I fiori, gradevolmente profumati, sono piccoli e graziosi, riuniti in infiorescenze di varia forma e di colore che varia dal bianco al giallo, dal verde al porpora, dall'avorio al marrone.
Si utilizza come esemplare isolato o in gruppi, per siepi e anche per la coltura in vaso purchè profondi almeno 50-60 cm.
Si pianta in autunno nelle regioni a clima mite e in primavera in quelle più fredde in normale terra da giardino mista a 1/4 di torba e a 1/4 di sabbia. Il Pittòsporo non sopporta bene gli inverni rigidi e quindi nelle regioni settentrionali, al sopraggiungere della cattiva stagione, dovrebbe essere protetto con una pacciamatura al piede della pianta e con una copertura di plastica sulla chioma, anche se, nella maggior parte dei casi, le pianta si è ambientata al Nord abbastanza bene. Concimare gli esemplari con concime organico in autunno e con concime minerale completo in granuli a lenta cessione in primavera. Controllare spesso le foglie in quanto le piante sono frequentemente attaccate dalla cocciniglia.

Pittosporum coriaceum: alto 3 m, fiorisce in bianco a maggio ed è pianta particolarmente sensibile al freddo.
Pittosporum daphniphyllum: alto anche 8 m, ha fiori giallo verdi e frutti rossi simili a bacche.
Pittosporum phillyraeoides: alto 4 m, fiorisce abbondantemente in giallo.
Pittosporum tobira: alto anche 5 m, è la specie più coltivata nel nostr Paese, soprattutto nella classica forma arbustiva, ma può essere allevato ad alberetto e, in alcune zone costiere, si è anche spontaneizzato; ha fiori bianco-avorio, profumati, nella tarda primavera.

riproduzione: si esegue per margotta in luglio o per talea semilegnosa in agosto, facendo radicare sotto una campana di vetro o plastica su terriccio sabbioso e umido, e tenendo le piantina all'ombra fino a perfetto radicamento.
esposizione:
fioritura: tra la primavera e inizio estate



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su