rampicanti da fiore Akebia
Akebia

Akebia, genere di specie arbustive rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Berberidacee, originarie dell’Asia orientale, con rami volubili, adatte per ricoprire muri e sostegni. Hanno una fioritura primaverile molto ornamentale rappresentata da grappoli di fiori, quelli femminili posti all’apice più piccoli e marroni, quelli maschili di un bel rosa carico, situati alla base.

Facile da coltivare, l’Akebia predilige terreni freschi e leggeri, ben drenati, esposti al sole o a mezz’ombra, purché in posizione riparata. Si mettono a dimora in primavera o in autunno.

Akebia lobata: pianta sempreverde che può raggiungere e superare i 4 metri d’altezza se posta i posizioni soleggiate. Le foglioline sono ovate, dai margini grossolanamente dentati. Fiorisce in aprile. I frutti sono delle grosse bacche ovoidali color porpora scuro che maturano in autunno.
Akebia quinata: pianta rampicante semisempreverde, dai fiori rosa-porpora, riuniti in racemi, che compaiono tra aprile e maggio e seguiti da abbondanti grosse bacche violacee.


riproduzione: per talea, il metodo più diffuso e anche il più affidabile. In estate si prelevano talee di legno e si mettono a radicare in un terriccio a base di torba e sabbia in arti uguali, in letto caldo. Le talee radicate si rinvasano in vasi da 10-12 cm e si tengono in ambiente protetto fino alla primavera successiva. In autunno si potranno mettere a dimora in piena terra.
Buoni risultati si ottengono anche con la divisione dei cespi da effettuare in primavera, o per propaggine. In questo secondo caso i rami si interrano in autunno e vengono staccati dalla pianta madre dopo un anno circa, quando avranno messo le radici.
esposizione:
fioritura: tra aprile e maggio




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Rhamnus

Rhamnus, genere di circa 90 specie di arbusti o piccoli alberi, prevalentemente a foglie decidue, diffusi allo stato spontaneo nell'emisfero boreale, in Brasile e nell'Africa meridionale. Hanno fiori verdi o verde-giallastri, ........

Euonymus (Evonymus – Evonimo)

Euonymus (Evonymus – Evonimo), genere di 176 specie di arbusti o alberi sempreverdi o decidui, appartenenti alla famiglia delle Celastraceae, con fiori insignificanti. Le specie decidue sono coltivate soprattutto ........

Lobèlia (Lobelia)
La Lobèlia (Lobelia) , originaria dell'Asia, America, Australia ed Europa, comprende circa 200 specie ed è una erbacea annuale o perenne, semirustica o rustica.
Le foglie sono alterne, semplici, ........

Lapageria

Lapageria, genere formato da una sola specie di arbusti rampicanti, sempreverdi, semirustici, che si coltivano all’aperto in posizioni riparate, al coperto dai venti freddi e ben esposte, o in serra.
Non sopportano i ........

Cercidiphyllum

Cercidiphyllum, genere di 2 specie di alberi a foglie decidue, originari della Cina e del Giappone. La specie descritta si coltiva per l'eleganza della chioma e per le foglie che in autunno si colorano di tinte vivaci, dal ........

 

Ricetta del giorno
Mezze maniche con zucchine e salmone
Fare bollire una pentola con circa 3,5 litri di acqua salata con sale grosso. Calare le mezze maniche, mescolare e portare a cottura.
Intanto si ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Helictotrichon

Helictotrichon, genere di 94 specie di piante erbacee perenni, sempreverdi, delicate o rustiche. La specie descritta è perenne ed è adatta per le bordure erbacee e miste.
Si piantano in ottobre o in marzo-aprile, i qualsiasi ........

Agrifòglio (Ilex)
L' Agrifòglio (Ilex) originario dell'America meridionale e altre zone temperate ad esclusione dell'Africa e Australia, spontaneo in Europa, comprende circa 295 specie ed è un arbusto o alberello a rami ........

Juniperus (Ginepro)

Juniperus (Ginepro), genere di 60 specie di alberi e arbusti sempreverdi appartenenti alla famiglia delle Cupressaceae, molto diffusi nell’emisfero settentrionale. Alcune specie hanno portamento colonnare o irregolare, altre ........

Eccremocarpus

Eccremocarpus, genere di 5 specie di piante rampicanti, sempreverdi, semirustiche adatte nelle regioni a clima mite a coprire pergolati e muri e per formare siepi.
Alla fine di maggio si piantano gruppi di 3 piantine ........

Nicandra

Nicandra, genere comprendente una sola specie perenne, suffruticosa, particolarmente adatta per le bordure, con fiori, foglie e frutti molto ornamentali. I fiori hanno la caratteristica di aprirsi solo per poche ore durante ........


rampicanti da fiore Akebia
Akebia

Akebia, genere di specie arbustive rampicanti, appartenenti alla famiglia delle Berberidacee, originarie dell’Asia orientale, con rami volubili, adatte per ricoprire muri e sostegni. Hanno una fioritura primaverile molto ornamentale rappresentata da grappoli di fiori, quelli femminili posti all’apice più piccoli e marroni, quelli maschili di un bel rosa carico, situati alla base.

Facile da coltivare, l’Akebia predilige terreni freschi e leggeri, ben drenati, esposti al sole o a mezz’ombra, purché in posizione riparata. Si mettono a dimora in primavera o in autunno.

Akebia lobata: pianta sempreverde che può raggiungere e superare i 4 metri d’altezza se posta i posizioni soleggiate. Le foglioline sono ovate, dai margini grossolanamente dentati. Fiorisce in aprile. I frutti sono delle grosse bacche ovoidali color porpora scuro che maturano in autunno.
Akebia quinata: pianta rampicante semisempreverde, dai fiori rosa-porpora, riuniti in racemi, che compaiono tra aprile e maggio e seguiti da abbondanti grosse bacche violacee.


riproduzione: per talea, il metodo più diffuso e anche il più affidabile. In estate si prelevano talee di legno e si mettono a radicare in un terriccio a base di torba e sabbia in arti uguali, in letto caldo. Le talee radicate si rinvasano in vasi da 10-12 cm e si tengono in ambiente protetto fino alla primavera successiva. In autunno si potranno mettere a dimora in piena terra.
Buoni risultati si ottengono anche con la divisione dei cespi da effettuare in primavera, o per propaggine. In questo secondo caso i rami si interrano in autunno e vengono staccati dalla pianta madre dopo un anno circa, quando avranno messo le radici.

esposizione:
fioritura: tra aprile e maggio



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su