rampicanti da fiore Campis - Bignonia
Campis - Bignonia

Campis (Bignonia), genere di 2 specie  di arbusti rampicanti a foglie decidue di cui una è rustica e l'altra è delicata e non può essere coltivata all'aperto in Italia settentrionale, salvo che nella Riviera Ligure e, in posozioni riparate, sulle rive dei grandi laghi prealpini. In quenerale queste 2 specie vengono utilizzate per ricoprire muri, colonne, cancellate, oppure si fanno crescere su pergolati.
Le bignonie si piantano in ottobre-novembre o in marzo in terreno ben drenato, al sole; per C.grandiflora è necessario scegliere posizioni riparate. Le piante giovani devono essere protette dal freddo. Nelle zone a clima estivo secco si annaffiano ogni 7-8 giorni. I rami giovani devono essere legati a sostegni fin quando non compaiono le radici aeree.

Potatura: le piante messe a dimora da poco tempo si tagliano a 15 cm dal livello del terreno, per stimolare la formazione di rami alla base della pianta. Le piante adulte si potano in febbraio, tagliando i rami dell'anno precedente a pochi centimetri dalla base. I fiori vengono prodotti sui rami dell'anno.

Parassiti animali: possono essere attaccate dagli afidi, che determinano deformazioni nei rami giovani e limitando la produzione dei fiori.

Campis (Bignonia) grandiflora: pianta originaria della Cina, alta fino a 6-8 m, è la meno ristica delle due specie. Ha foglie opposte composte, imparipennate, formate da 7-8 foglioline ovali-lanceolate, seghettate, acuminate all'apice, lunghe 4-5 cm. I fiori, a forma di tromba, con cinque lobi all'estremità, lunghi 7-8 cm, di colore rosso-arancio scuro, sbocciano in agosto-settembre.
Campis (Bignonia) radicans: pianta originaria degli Stati Uniti, alta fino a 12 m. Questa specie rustica è molto più diffusa della precedente. I fusti producono una gran quantità di radici aeree aggrappanti. Le foglie sono opposte, composte, imparipennate, formate da 7-11 foglioline ellittiche, acuminate, seghettate ai margini. I fiori, arancio-scarlatti, lunghi 7-8 cm, con 5 grandi lobi terminali, sbocciano da luglio a settembre.
Campis (Bignonia) x tagliabuana: pianta di origine orticola, alta 8-9 m, ha foglie verde chiaro, composte, imparipennate. La varietà più bella è Madame Gallen, rustica, dai fiori rosso-salmone, che sbocciano in agosto-settembre


riproduzione: in primavera si prelevano talee lungne 7-10 cm dai germogli giovani e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in pati uguali in cassone o in serra fredda. Le talee radicate si trapiantano in vasi riempiti con terreno da giardino. Nella tarda estate si possono preparare talee di legno maturo lughe 25-30 cm, e si fanno radicare in cassone. In marzo si possono anche tagliare porzioni di radici e si piantano in vasi riempiti con una composta di sabbia e torba in parti uguali e si tengono in cassone alla temperatura di 13-16° C. In estate si trapiantano in vasi riempiti con terriccio da giardino e si mettono poi a dimora nella primavera successiva.
Si possono anche fare propaggini, interrando i rami in autunno che, dopo circa un anno, possono essere staccati e messi a dimora definitiva.
esposizione:
fioritura: tra luglio e settembre a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Cardiocrinum

Cardiocrinum, genere di 3 specie di piante perenni, bulbose, rustiche, affini al genere Lilium dal quale si differenziano per il fatto che i bulbi si esauriscono dopo la fioritura e le piante muoiono. Altra differenza è ........

Euchèra (Heuchera)
L' Euchèra (Heuchera), originaria dell'America e del Nord Europa comprende circa 60 specie di cui solo una viene coltivata normalmente ed è una pianta erbacea perenne, rizomatosa. le foglie, sempreverdi, ........

Parthenocissus (vite del Canada)

Parthenocissus, genere di 10 specie di piante rampicanti a foglie decidue, appartenenti alla famiglia delle Vitaceae, con foglie trilobate o divise in foglioline, viticci che terminano con uncini o ventose, e fiori riuniti ........

Incarvìllea (Incarvillea)
La Incarvìllea (Incarvillea) , originaria della Cina, Tibet e Turkestan, comprende circa 15 specie ed è una pianta erbacea perenne, spesso con radici tuberizzate.
Le foglie possono essere semplici ........

Liriope

La Liriope che fa parte delle Gligliacee è una pianta erbacea perenne, rizomatosa, sempreverde è oroginaria dei climi temperati  e è un genere di 6 specie.
Ha foglieglabre, lineari, ........

 

Ricetta del giorno
Bavarese ai frutti di bosco
In un pentolino versate il latte, aggiungete l'agar agar e fate bollire. Lasciate, poi, sul fuoco per un paio di minuti, tenendo la fiamma bassa e mescolando ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Tolmiea

Tolmiea, genere comprendente una sola specie perenne, sempreverde, rustica, appartenente alla famiglia delle Scrophulariaceae, che può essere coltivata in vaso o in piena terra. Ha la caratteristica di produrre piantine ........


Shortia

Shortia, genere di 8-9 specie di piante erbacee, perenni, sempreverdi, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Diapensiaceae. Le specie descritte sono adatte per le zone fresche del giardino roccioso.
Crescono bene ........

Argemone

Argemone, genere di 10 specie di piante erbacee annuali e perenni, appartenenti alla famiglia delle Papaveraceae. Le piante descritte sono rustiche e vengono coltivate come annuali nelle bordure. Sono piante vigorose, con ........

Chionodoxa

La Chionodoxa fa parte delle Liliaceae, è originaria dell'Asia Minore e Creta, comprende 6 specie ed è una pianta perenne, bulbosa, rustica.
Le foglie sono verdi, nastriformi, ottuse all'estremità, ........


rampicanti da fiore Campis - Bignonia
Campis - Bignonia

Campis (Bignonia), genere di 2 specie  di arbusti rampicanti a foglie decidue di cui una è rustica e l'altra è delicata e non può essere coltivata all'aperto in Italia settentrionale, salvo che nella Riviera Ligure e, in posozioni riparate, sulle rive dei grandi laghi prealpini. In quenerale queste 2 specie vengono utilizzate per ricoprire muri, colonne, cancellate, oppure si fanno crescere su pergolati.
Le bignonie si piantano in ottobre-novembre o in marzo in terreno ben drenato, al sole; per C.grandiflora è necessario scegliere posizioni riparate. Le piante giovani devono essere protette dal freddo. Nelle zone a clima estivo secco si annaffiano ogni 7-8 giorni. I rami giovani devono essere legati a sostegni fin quando non compaiono le radici aeree.

Potatura: le piante messe a dimora da poco tempo si tagliano a 15 cm dal livello del terreno, per stimolare la formazione di rami alla base della pianta. Le piante adulte si potano in febbraio, tagliando i rami dell'anno precedente a pochi centimetri dalla base. I fiori vengono prodotti sui rami dell'anno.

Parassiti animali: possono essere attaccate dagli afidi, che determinano deformazioni nei rami giovani e limitando la produzione dei fiori.

Campis (Bignonia) grandiflora: pianta originaria della Cina, alta fino a 6-8 m, è la meno ristica delle due specie. Ha foglie opposte composte, imparipennate, formate da 7-8 foglioline ovali-lanceolate, seghettate, acuminate all'apice, lunghe 4-5 cm. I fiori, a forma di tromba, con cinque lobi all'estremità, lunghi 7-8 cm, di colore rosso-arancio scuro, sbocciano in agosto-settembre.
Campis (Bignonia) radicans: pianta originaria degli Stati Uniti, alta fino a 12 m. Questa specie rustica è molto più diffusa della precedente. I fusti producono una gran quantità di radici aeree aggrappanti. Le foglie sono opposte, composte, imparipennate, formate da 7-11 foglioline ellittiche, acuminate, seghettate ai margini. I fiori, arancio-scarlatti, lunghi 7-8 cm, con 5 grandi lobi terminali, sbocciano da luglio a settembre.
Campis (Bignonia) x tagliabuana: pianta di origine orticola, alta 8-9 m, ha foglie verde chiaro, composte, imparipennate. La varietà più bella è Madame Gallen, rustica, dai fiori rosso-salmone, che sbocciano in agosto-settembre


riproduzione: in primavera si prelevano talee lungne 7-10 cm dai germogli giovani e si piantano in un miscuglio di sabbia e torba in pati uguali in cassone o in serra fredda. Le talee radicate si trapiantano in vasi riempiti con terreno da giardino. Nella tarda estate si possono preparare talee di legno maturo lughe 25-30 cm, e si fanno radicare in cassone. In marzo si possono anche tagliare porzioni di radici e si piantano in vasi riempiti con una composta di sabbia e torba in parti uguali e si tengono in cassone alla temperatura di 13-16° C. In estate si trapiantano in vasi riempiti con terriccio da giardino e si mettono poi a dimora nella primavera successiva.
Si possono anche fare propaggini, interrando i rami in autunno che, dopo circa un anno, possono essere staccati e messi a dimora definitiva.

esposizione:
fioritura: tra luglio e settembre a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su