arbusti sempreverdi Corbezzolo (Arbutus)
Corbezzolo (Arbutus)

Il Corbezzolo è'  un  arbusto o  alberello sempreverde e legnoso diffuso in tutta la fascia mediterranea, originario dell'Asia minore, Africa del nord, Europa occidentale, Canarie e America centro-meridionale.
 E’ una specie a rapido accrescimento,  xerofila e frugale, cioè si adatta a qualsiasi substrato, anche se predilige terreni sciolti, acidi o neutri. In genere è’ ricco di polloni con portamento arbustivo ma talvolta si sviluppa a portamento arboreo raggiungendo dimensioni considerevoli, anche 10 metri.
Ha una forte capacità pollonifera, quindi dopo il taglio ricaccia abbondantemente. 
Un aspetto singolare del corbezzolo, che lo rende molto caratteristico e attraente, soprattutto per scopi ornamentali,  è il fatto che in autunno presenta contemporaneamente: i fiori, i frutti maturi dell’anno precedente (gialli, arancioni e rossi) e quelli verdi dell’anno. Dalle bacche si ricava un buon distillato, mentre, dai fiori è particolarmente apprezzato il miele.
La corteccia è rossastra e si sfoglia in lamine sottili. Le foglie, persistenti, coriacee, con margini debtati sono di color verde brillante.
le foglie sono a forma di campanella, riuniti in frappoli, dal colore che varia dal bianco, al rosa e al rosso a seconda della specie.
I frutti, commestibili sono molto simili a fragole. Sono rosso-arancio e giungono a maturazione a fine estate.
La piantagione si esegue e fine estate, prima della comparsa dei fiori, in terreno asciutto, friabile e sabbioso, acido o neutro, privo di calcare.

Arbutus Andrachne: alto circa 8 m, ha fiori bianco-verdi e frutti rosso chiaro
Arbutus Menziesii: raggiunge anche i 20 m di altezza, almeno in Ameriaca, suo paese di origine. Fiorisce in bianco in primavera-estate e i frutti sono rosso vivo
Arbutus arizonica: alto anche 10 m, ha corteccia chiara e fiori bianchi in primavera e frutti rosso arancio.
Arbutus Unedo: alto da 1 a 10 m, è la specie più coltivata nel nostro Paese. Ha fiori bianchi in mazzetti che cominciano ad apparire in settembre e termina tra dicembre e gennaio. I frutti maturano tra agosto e settembre, commestibili, hanno superficie granulosa in rosso-arancio.


riproduzione: per seme
esposizione:
fioritura: primavera-autunno a seconda della specie




Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
 
   

 



Caltha

Caltha, genere di 20 specie di piante erbacee, rustiche, appartenenti alla famiglia delle Ranuncolaceae, adatte per la coltivazione nei terreni paludosi o nelle acque poco profonde, ai margini degli stagni. La maggior parte ........

Cosmos
Il Cosmos, originario del Messico, comprende circa 25 specie ed è una erbacea annuale o perenne molto diffusa.
Le foglie, verde chiaro, sono finemente divise e possono essere anche abbastanza ........

Platycodon
Il Platycodon o fiore paracadute, per la curiosa modalità della fioritura, comprende una sola specie ed è una pianta erbacea perenne, rustica, adatta per le bordure e per i giardini rocciosi grandi.

Poinciana

La Poinciana , originaria del Madagascar, messico, Isole Mascarene, Antille, comprende 2 specie ed è un albero sempreverde, fiorifero, alto circa 10-12 m.
Le foglie sono composte da foglioline molto ........

Pachysandra
Pachysandra, genere di 4 specie di piante perenni, sempreverdi, rustiche, dal fusto prostrato. La specie descritta è adatta in particolar modo a coprire il terreno nelle zone ombreggiate del giardino, dove ........

 

Ricetta del giorno
Polpettine di fagioli
Lessare le patate, sbucciarle, schiacciarle con lo schiacciapatate e metterle da parte. Lessare nel frattempo i fagioli, tritare il porro, sgocciolare ....
sono presenti 550 piante
sono presenti 235 articoli

tutte le piante
annuali bulbose felci orchidee perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento Serra
tecnica
frutteto orto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Lithospermum

Lithospermum, genere di 60 specie di piante erbacee perenni, sufrruticose, rustiche e semirustiche, che formano tappeti di vegetazione, con fiori azzurri, imbutiformi, che sbocciano abbondantissimi. Le specie descritte sono ........

Alonsoa

Alonsoa, genere di 6 specie di piante perenni, semirustiche, appartenenti alla famiglia delle Scrofulariacee, originarie delle Ande peruviane. Vengono coltivate come piante annuali nelle zone a clima rigido. Sono apprezzate ........

Campis - Bignonia

Campis (Bignonia), genere di 2 specie  di arbusti rampicanti a foglie decidue di cui una è rustica e l'altra è delicata e non può essere coltivata all'aperto in Italia settentrionale, salvo che nella Riviera Ligure ........

Angiopteris

Angiopteris, genere di felci a sviluppo arborescente appartenente alla famiglia delle Marattiacee, con fronde lunghe da 2 a 4 m. L’Angiopteris è una magnifica felce da giardino d’inverno o da grande serra, i soli due habitat ........

Camassia

Camassia, genere di 5-6 specie di piante bulbose. Il nome del genere deriva da un termine indiano-americano, col quale viene indicata una delle specie, impiegata a scopo alimentare dai pellerosse delle zone occidentali ........


arbusti sempreverdi Corbezzolo (Arbutus)
Corbezzolo (Arbutus)

Il Corbezzolo è'  un  arbusto o  alberello sempreverde e legnoso diffuso in tutta la fascia mediterranea, originario dell'Asia minore, Africa del nord, Europa occidentale, Canarie e America centro-meridionale.
 E’ una specie a rapido accrescimento,  xerofila e frugale, cioè si adatta a qualsiasi substrato, anche se predilige terreni sciolti, acidi o neutri. In genere è’ ricco di polloni con portamento arbustivo ma talvolta si sviluppa a portamento arboreo raggiungendo dimensioni considerevoli, anche 10 metri.
Ha una forte capacità pollonifera, quindi dopo il taglio ricaccia abbondantemente. 
Un aspetto singolare del corbezzolo, che lo rende molto caratteristico e attraente, soprattutto per scopi ornamentali,  è il fatto che in autunno presenta contemporaneamente: i fiori, i frutti maturi dell’anno precedente (gialli, arancioni e rossi) e quelli verdi dell’anno. Dalle bacche si ricava un buon distillato, mentre, dai fiori è particolarmente apprezzato il miele.
La corteccia è rossastra e si sfoglia in lamine sottili. Le foglie, persistenti, coriacee, con margini debtati sono di color verde brillante.
le foglie sono a forma di campanella, riuniti in frappoli, dal colore che varia dal bianco, al rosa e al rosso a seconda della specie.
I frutti, commestibili sono molto simili a fragole. Sono rosso-arancio e giungono a maturazione a fine estate.
La piantagione si esegue e fine estate, prima della comparsa dei fiori, in terreno asciutto, friabile e sabbioso, acido o neutro, privo di calcare.

Arbutus Andrachne: alto circa 8 m, ha fiori bianco-verdi e frutti rosso chiaro
Arbutus Menziesii: raggiunge anche i 20 m di altezza, almeno in Ameriaca, suo paese di origine. Fiorisce in bianco in primavera-estate e i frutti sono rosso vivo
Arbutus arizonica: alto anche 10 m, ha corteccia chiara e fiori bianchi in primavera e frutti rosso arancio.
Arbutus Unedo: alto da 1 a 10 m, è la specie più coltivata nel nostro Paese. Ha fiori bianchi in mazzetti che cominciano ad apparire in settembre e termina tra dicembre e gennaio. I frutti maturano tra agosto e settembre, commestibili, hanno superficie granulosa in rosso-arancio.


riproduzione: per seme
esposizione:
fioritura: primavera-autunno a seconda della specie



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su