Articolo Decorazioni Decorare casa
Dipingere le pareti della cucina freccevenerdì 1 novembre 2013      


Come dipingere le pareti della cucina è una scelta importante da prendere, infatti la cucina è il luogo dedicato al convivio e alla condivisione, quindi va creata un’atmosfera molto accogliente e domestica. Prima di dipingere le pareti della cucina, valutate le dimensioni della stanza stessa. Se è una stanza molto piccola, usate tinte pastello, come il verde o il turchese, che donano luminosità all’ambiente. Nel caso la stanza è esposta a nord e quindi, è illuminata dal sole, solo per poche ore al giorno, abbinate bene i mobili con la tinteggiatura delle pareti.

Se scegliete mobili scuri abbinateli con pareti chiare; se, invece, scegliete mobili chiari abbinateli con pareti scure. Se optate per il bianco scegliete tecniche particolari da effettuare sulle pareti! Ricordate che il colore delle pareti va scelto in base all’arredo. Infatti, sia se si arreda con mobili in legno o laccati oppure in acciaio va ricreato un effetto a contrasto, rispetto ad una parete. Comunque, se l’arredo prevede mobili colorati, le pareti vanno tinte chiare; tonalità più scure, come il blu e il rosso, se l’arredamento è bianco, beige o grigio. Per l’arredamento minimal, che presenta linee essenziali, è d’obbligo il bianco. Lo stile minimal è caratterizzato dall’uso del bianco che dona luminosità agli ambiente e che rappresenta, per una cucina, pulizia e igiene.

Se arredate la cucina con mobili bianchi, non dipingete di bianco anche le pareti, in quanto si creerebbe un effetto poco accogliente ed anonimo; usate invece colori pastello, dalle tonalità non troppo scure altrimenti la stanza appare piccola e poco luminosa, ma dalle tonalità chiare! Dipingere le pareti delle cucina, arredata in stile rustico, cioè con mobili color legno o dalle tonalità pastello, può risultare a molti difficile, invece, puntando su pareti bianche abbinati a mobili con ante colorate, si compensa il bianco delle pareti. Oppure si può puntare su colori caldi non scuri ma chiari, in modo da non scurire tutto l’ambiente, si ottiene un buon effetto! I colori caldi, come il giallo, l’arancio, color terra e cotto, sono perfetti per le pareti di una cucina rustica!

Dopo aver scelto il colore adatto allo stile di cucina, dovrete pensare alla tecnica da utilizzare per dipingere le pareti della cucina. Per i meno esperti è consigliato l’uso di tinte monocromatiche, i più esperti possono provare a realizzare tinture bicromatiche, pluricromatiche ed effetti come lo spatolato. Per realizzare lo spatolato occorre acquistare delle spugne naturali; in quanto è una tecnica di tinteggiatura irregolare e per realizzarla va applicato uno strato neutro di bianco e poi si passa il colore scelto con una spugna. Ciò conferisce il tipico aspetto bucherellato! Altri effetti di pittura adatta alle pareti di una cucina sono il tamponato e la cencinatura. La tecnica del tamponato, prevede che il pennello venga inzuppato nel colore, passato sulla parete e poi tamponato con lo strumento adatto detto tampone.

Con il tampone non si ricopre l’intera parete di pittura ma il colore è sovrapposto alla tinta di fondo, avendo così solo delle piccole macchie di colore. La cencinatura, conferisce alla parete un aspetto grezzo molto originale. Su una prima base di vernice si stende con un pennello uno strato di vernice trasparente colorata su cui si preme un panno pulito; si crea così il caratteristico stile della cencinatura! Naturalmente per dipingere le pareti della cucina, usate una un’idropittura traspirante, in grado di combattere la formazione di umidità e di muffa. Inoltre, scegliete il momento adatto come lo può essere la primavera, con le sue temperature miti. Infatti, nel processo di asciugatura delle pareti, l’umidità e la pioggia possono rallentare il processo stesso; mentre il caldo velocizza eccessivamente l’asciugatura. Non vi rimane che prendere in mano un pennello e passare all’azione! ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Crostata di ananas
Impastate il burro con 60 gr di zucchero, l'uovo, un pizzico di sale e la farina; formate una palla di pasta che lascerete riposare, in una terrina ricoperta ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Scegliere il pavimento del salotto - sabato 26 ottobre 2013
Scegliere il pavimento del salotto richiede un’attenzione particolare in quanto è il salotto è l’ambiente dell’ospitalità e dell’accoglienza. E’ la stanza che rappresenta il biglietto da visita della casa e della stessa famiglia. Il pavimento ........

Decorare la casa - sabato 19 novembre 2011

Decorare la casa è un po' come mettere qualcosa di se stessi nell'ambiente nel quale si vive, nel quale si desidera sentirsi a proprio agio, insomma, un ambiente fatto quasi a propria immagine e somiglianza.
Per chi viene da fuori, osservando ........

L'arte del découpage - venerdì 30 agosto 2013
Il découpage è una tecnica decorativa che ha mutato il suo significato rispetto al passato. Nata in Europa nel Medioevo dove i monaci la utilizzavano per valorizzare i loro manoscritti, si diffuse del tutto a partire dal 1600. Il termine découpage ........

Come decorare la cassetta della posta - venerdì 13 settembre 2013
La cassetta della posta, che viene purtroppo spesso trascurata, è la prima cosa che mostriamo ai nostri ospiti, siano questi attesi o disattesi, e rappresenta quindi un po’ il nostro biglietto da visita. Questa è il nostro contatto con i corrieri, ........

Decorazioni natalizie: come realizzare delle ghirlande e decorare delle pigne - martedì 3 dicembre 2013
Il Natale è da sempre la festa più magica dell’anno. Sarà per l’atmosfera calda e serena che i momenti familiari e gli incontri con amici che non s'incontrano da un po’ regalano, sarà per il momento di tranquillità e raccoglimento dovuto a qualche ........



Ricetta del giorno
Scorze di limone caramellate
Lavare accuratamente i limoni in modo da liberarli da eventuali tracce di pesticidi o altre sostanze chimiche. Pelare i limoni in modo che la scorza sia ....



 articolo Decorazioni Decorare casa
Dipingere le pareti della cucina freccevenerdì 1 novembre 2013      

Come dipingere le pareti della cucina è una scelta importante da prendere, infatti la cucina è il luogo dedicato al convivio e alla condivisione, quindi va creata un’atmosfera molto accogliente e domestica. Prima di dipingere le pareti della cucina, valutate le dimensioni della stanza stessa. Se è una stanza molto piccola, usate tinte pastello, come il verde o il turchese, che donano luminosità all’ambiente. Nel caso la stanza è esposta a nord e quindi, è illuminata dal sole, solo per poche ore al giorno, abbinate bene i mobili con la tinteggiatura delle pareti.

Se scegliete mobili scuri abbinateli con pareti chiare; se, invece, scegliete mobili chiari abbinateli con pareti scure. Se optate per il bianco scegliete tecniche particolari da effettuare sulle pareti! Ricordate che il colore delle pareti va scelto in base all’arredo. Infatti, sia se si arreda con mobili in legno o laccati oppure in acciaio va ricreato un effetto a contrasto, rispetto ad una parete. Comunque, se l’arredo prevede mobili colorati, le pareti vanno tinte chiare; tonalità più scure, come il blu e il rosso, se l’arredamento è bianco, beige o grigio. Per l’arredamento minimal, che presenta linee essenziali, è d’obbligo il bianco. Lo stile minimal è caratterizzato dall’uso del bianco che dona luminosità agli ambiente e che rappresenta, per una cucina, pulizia e igiene.

Se arredate la cucina con mobili bianchi, non dipingete di bianco anche le pareti, in quanto si creerebbe un effetto poco accogliente ed anonimo; usate invece colori pastello, dalle tonalità non troppo scure altrimenti la stanza appare piccola e poco luminosa, ma dalle tonalità chiare! Dipingere le pareti delle cucina, arredata in stile rustico, cioè con mobili color legno o dalle tonalità pastello, può risultare a molti difficile, invece, puntando su pareti bianche abbinati a mobili con ante colorate, si compensa il bianco delle pareti. Oppure si può puntare su colori caldi non scuri ma chiari, in modo da non scurire tutto l’ambiente, si ottiene un buon effetto! I colori caldi, come il giallo, l’arancio, color terra e cotto, sono perfetti per le pareti di una cucina rustica!

Dopo aver scelto il colore adatto allo stile di cucina, dovrete pensare alla tecnica da utilizzare per dipingere le pareti della cucina. Per i meno esperti è consigliato l’uso di tinte monocromatiche, i più esperti possono provare a realizzare tinture bicromatiche, pluricromatiche ed effetti come lo spatolato. Per realizzare lo spatolato occorre acquistare delle spugne naturali; in quanto è una tecnica di tinteggiatura irregolare e per realizzarla va applicato uno strato neutro di bianco e poi si passa il colore scelto con una spugna. Ciò conferisce il tipico aspetto bucherellato! Altri effetti di pittura adatta alle pareti di una cucina sono il tamponato e la cencinatura. La tecnica del tamponato, prevede che il pennello venga inzuppato nel colore, passato sulla parete e poi tamponato con lo strumento adatto detto tampone.

Con il tampone non si ricopre l’intera parete di pittura ma il colore è sovrapposto alla tinta di fondo, avendo così solo delle piccole macchie di colore. La cencinatura, conferisce alla parete un aspetto grezzo molto originale. Su una prima base di vernice si stende con un pennello uno strato di vernice trasparente colorata su cui si preme un panno pulito; si crea così il caratteristico stile della cencinatura! Naturalmente per dipingere le pareti della cucina, usate una un’idropittura traspirante, in grado di combattere la formazione di umidità e di muffa. Inoltre, scegliete il momento adatto come lo può essere la primavera, con le sue temperature miti. Infatti, nel processo di asciugatura delle pareti, l’umidità e la pioggia possono rallentare il processo stesso; mentre il caldo velocizza eccessivamente l’asciugatura. Non vi rimane che prendere in mano un pennello e passare all’azione! ©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina  Loconte - vedi tutti gli articoli di Valentina  Loconte





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: