Articolo Salute Sana alimentazione
Diabete di tipo 2, lo si può prevenire con i pistacchi freccemercoledì 11 giugno 2014      


Diabete di tipo 2, lo si può prevenire con i pistacchi, la frutta secca che un tempo era considerata nemica della salute e che invece, ormai da qualche anno, la ricerca ha abbondantemente rivalutato, al pari di noci, mandorle e altre leccornie del genere.  L’ennesimo regalo che la natura ci mette a disposizione e che invece per tanti anni è stato del tutto ignorato, addirittura demonizzato. Anche se recentemente si cerca di essere più attenti a ciò che si mette in tavola, sono ancora in troppi a rifugiarsi nei cibi precotti,  a piatti pronti che sicuramente consentono di risparmiare del tempo, ma che rappresentano quasi sempre un vero pericolo per la salute.  È quasi sempre la pubblicità a fare la differenza, a far sì che si facciano ancora certe scelte discutibili, senza rendersi conto che invece una sana alimentazione è quella che consente di stare sempre in perfetta forma.

I pistacchi, nello specifico, sono tra quegli alimenti che, se assunti nella giusta quantità, come sempre senza esagerare, come del resto dovrebbe suggerire il buon senso, solo che troppo spesso questo si rivela essere solo un optional di lusso,  si rivelano essere utili in tante occasione.  Un recente studio condotto dalla Università spagnola Rovira i Virgili, i cui risultati sono stati presentati al convegno europeo di Sofia sull’obesità, dimostra che, assumendo 57 grammi di pistacchi al giorno, è possibile prevenire il diabete di tipo 2.

I soggetti volontari sottoposti allo studio che hanno assunto per 8 mesi tale quantità di pistacchi, non hanno fatto registrare nessuna variazione ponderale, quindi  di fatto non rappresentano un rischio per il peso corporeo, bensì  una diminuzione considerevole dei livelli di insulina, dimostrando che l’organismo grazie ai pistacchi era in grado di gestire meglio gli zuccheri. Questo frutto secco si rivela determinante, quindi, nella prevenzione della malattia, mentre al momento non è stato possibile verificare se ha gli stessi affetti anche in caso di malattia conclamata.

I pistacchi sono ricchi di grassi buoni, quelli che oltre tutto non fanno aumentare il colesterolo, anzi che contribuiscono ad abbassarlo, come del resto citato anche in questo articolo, oltre a fibre e sostanze antiossidanti, quelle in grado di contrastare i radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare, con tutte le conseguenze che questo comporta.

Ecco quindi che, ancora una volta, viene confermata l’importanza di quanto il regime alimentare sia importante per  la salute. Una sana alimentazione in cui siano presenti un po’ tutti gli alimenti, ovviamente con i necessari distinguo, ovvero limitando al massimo quelli di origine animale, a partire dalla carne sia rossa che bianca, è la strada giusta per poter contare su di un buono stato di salute, peso forma compreso, ovviamente.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:


 

Ricetta del giorno
Torta sabbiata
Imburrare abbondantemente il foglio di alluminio, spolverizzarlo con un po’ di farina e foderare la tortiera. Mettere il restante burro, che deve essere ....
Arredamento Attrezzi Benessere Decorazioni Elettricità Fai da te Famiglia Finanza familiare Grandi elettrodomestici Idraulica Materiali Muratura Piccoli elettrodomestici Riciclo Riscaldamento Salute Tempo libero




Articoli correlati

Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne - giovedì 3 marzo 2016

Curcuma in cucina. Come, dove e quanta utilizzarne per ottenere il massimo dei benefici per la salute. Da poco arrivata sulle nostre tavole, grazie anche alla cresciuta notorietà acquisita in quanti ultimi mesi, la curcuma è una spezia dalla ........

I vegetali che proteggono dalle malattie - mercoledì 6 agosto 2014

I vegetali che proteggono dalle malattie grazie alle loro proprietà sono diversi, alcuni del tutto comuni, altri invece un po’ meno e quindi anche poco utilizzati. Conoscerli potrà essere utile, perché è ormai opinione comune del mondo scientifico, ........

La frutta secca, l’elisir di lunga vita - venerdì 4 marzo 2016

La frutta secca, l’elisir di lunga vita, il modo migliore per vivere a lungo e in buona salute è non farla mai mancare in tavola, ovviamente senza esagerare. Protegge il cuore, fa bene a tutti, previene una gran quantità di malattie, anche ........

Come sostituire il burro nelle ricette di tutti i giorni - venerdì 26 febbraio 2016

Come sostituire il burro nelle ricette di tutti i giorni, in modo da utilizzare delle alternative valide sia per i soggetti che seguono una dieta vegana, sia per coloro che devono tenere sotto controllo il colesterolo. Il burro è un alimento ........

Additivi alimentari, quali sono quelli cui fare molta attenzione - lunedì 7 aprile 2014

Additivi alimentari, ve ne sono alcuni, anzi una buona fetta, che qualche perplessità la suscitano, perché possono essere anche molto pericolosi per la salute. Quelli ammessi dalla legislazione europea sono più di 300, e per legge devono essere ........



Ricetta del giorno
Casarecce con crema di porri e zucca
Lavare accuratamente i porri, eliminare buona parte dello stelo verde e tagliare poi a fette sottili. Se si vuole avere un sapore più intenso, affettare ....



 articolo Salute Sana alimentazione
Diabete di tipo 2, lo si può prevenire con i pistacchi freccemercoledì 11 giugno 2014      

Diabete di tipo 2, lo si può prevenire con i pistacchi, la frutta secca che un tempo era considerata nemica della salute e che invece, ormai da qualche anno, la ricerca ha abbondantemente rivalutato, al pari di noci, mandorle e altre leccornie del genere.  L’ennesimo regalo che la natura ci mette a disposizione e che invece per tanti anni è stato del tutto ignorato, addirittura demonizzato. Anche se recentemente si cerca di essere più attenti a ciò che si mette in tavola, sono ancora in troppi a rifugiarsi nei cibi precotti,  a piatti pronti che sicuramente consentono di risparmiare del tempo, ma che rappresentano quasi sempre un vero pericolo per la salute.  È quasi sempre la pubblicità a fare la differenza, a far sì che si facciano ancora certe scelte discutibili, senza rendersi conto che invece una sana alimentazione è quella che consente di stare sempre in perfetta forma.

I pistacchi, nello specifico, sono tra quegli alimenti che, se assunti nella giusta quantità, come sempre senza esagerare, come del resto dovrebbe suggerire il buon senso, solo che troppo spesso questo si rivela essere solo un optional di lusso,  si rivelano essere utili in tante occasione.  Un recente studio condotto dalla Università spagnola Rovira i Virgili, i cui risultati sono stati presentati al convegno europeo di Sofia sull’obesità, dimostra che, assumendo 57 grammi di pistacchi al giorno, è possibile prevenire il diabete di tipo 2.

I soggetti volontari sottoposti allo studio che hanno assunto per 8 mesi tale quantità di pistacchi, non hanno fatto registrare nessuna variazione ponderale, quindi  di fatto non rappresentano un rischio per il peso corporeo, bensì  una diminuzione considerevole dei livelli di insulina, dimostrando che l’organismo grazie ai pistacchi era in grado di gestire meglio gli zuccheri. Questo frutto secco si rivela determinante, quindi, nella prevenzione della malattia, mentre al momento non è stato possibile verificare se ha gli stessi affetti anche in caso di malattia conclamata.

I pistacchi sono ricchi di grassi buoni, quelli che oltre tutto non fanno aumentare il colesterolo, anzi che contribuiscono ad abbassarlo, come del resto citato anche in questo articolo, oltre a fibre e sostanze antiossidanti, quelle in grado di contrastare i radicali liberi, i principali responsabili dell’invecchiamento cellulare, con tutte le conseguenze che questo comporta.

Ecco quindi che, ancora una volta, viene confermata l’importanza di quanto il regime alimentare sia importante per  la salute. Una sana alimentazione in cui siano presenti un po’ tutti gli alimenti, ovviamente con i necessari distinguo, ovvero limitando al massimo quelli di origine animale, a partire dalla carne sia rossa che bianca, è la strada giusta per poter contare su di un buono stato di salute, peso forma compreso, ovviamente.

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

La Redazione  - vedi tutti gli articoli di La Redazione  





Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: