articolo Cucina Alimentazione
Slow Food o Fast Food? freccegiovedì 19 settembre 2013

Salve a tutti!!! Si sa che è sempre un piacere, consumare i pasti quotidiani in qualche locale. Da sempre ci piace stare insieme a qualche amico, la nostra famiglia o la nostra metà davanti ad un tavolo pieno di prelibatezze. Ma a questo scopo, cosa preferite? Slow Food o Fast Food? Tra lo Slow Food e il Fast Food esiste un mondo, creato direttamente dalle nostre scelte quotidiane. Andiamo a vedere, in modo più dettagliato, queste differenze abissali tra lo Slow Food e il Fast Food. Lo Slow Food nella pratica più concreta, è il nostro classico ristorante.

Infatti, il concetto o il termine, per intenderci, nasce proprio a contrasto del modello alimentare ''FAST'', implica il ritrovato piacere di un ritmo di vita meno frenetico e lascia lo spazio ai piaceri della tavola. D'altro canto, si sa, che l'unione si vede a tavola, da sempre è il momento considerato per riunirsi, dopo le moltitudini di impegni giornalieri, fanno d'esempio tutte le nostre storie del passato, dai tempi più remoti a oggi, l'unione a tavola è importante! Non credo che troverete mai qualcuno al mondo, di qualsiasi religione, razza o cultura diversa che sia in contrasto con questa teoria, e vi dirò che c'è anche un detto romano che dice “Chi non mangia in compagnia, o è un ladro o è una spia”.

Andiamo a vedere, invece, il Fast Food. Fast Food, significa letteralmente “cibo veloce”, infatti si tratta di locali dove il cibo viene servito senza troppi fronzoli e attese e per la maggior parte delle volte anche self service. Questo modello è stati importato direttamente dagli USA, che si può dire con certezza è la patria del FAST FOOD. Il piatto più conosciuto e anche criticano è il classico panino con l'hamburger accompagnato dalle patatine fritte con bibite di diverso tipo dette soft drink (bevande analcoliche). Le critiche più comuni ai Fast Food pongono l'accento sul problema che in questo tipo di ristorazione si consumano troppi grassi e poche verdure o poca frutta.

Tuttavia, tale tipo di ristorazione, soprattutto nel nostro paese si sta evolvendo, dato che sono nati nuovi tipi di fast food, che propongono piatti a base anche di frutta e verdura. Precisamente nel mercato italiano, come Fast Food, possiamo trovare pizzerie o locali che offrono piatti veloci ispirati alla nostra buon tradizionale cucina. A pagarne le conseguenze dei fast food sono spesso gli adolescenti, che sono i clienti principali dei suddetti locali. Alcuni ricercatori svedesi hanno messo sotto accusa i piatti dei fast food, in quanto sostenevano che se consumati spesso e in grosse quantità, si correva il rischio di sviluppare la malattia di Crohn o la rettoculite ulcerosa.

I piatti maggiormente colpiti da queste accuse erano gli hamburger , gli hot dog e le patatine fritte, tutti accompagnati dalle loro salse e le cosiddette bevande soft, che poi non sono cosi soft a causa della grande quantità di zuccheri che contengono. Al contrario i nutrizionisti americani non hanno mai condiviso questa ipotesi. Per concludere, il fast food ci fa gola a tutti, sia per le modiche cifre sia per i cibi stessi, non esistono controindicazioni a tale proposito, il segreto sta nel non abusarne! La scelta è vostra, signori, cosa preferite... Slow Food o Fast Food?

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Laura  Massaroni - vedi tutti gli articoli di Laura  Massaroni



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su:



 



Arum

Arum, genere di 15 specie di piante erbacee, perenni, rizomatose, originarie dell'Europa e dei Paesi del bacino del Mediterraneo, con grandi foglie basali, lungamente picciolate e infiorescenze a spadice avvolte da una spata. ........

Phygelius

Phygelius, genere di 2 specie di piante suffruticose, semirustiche, sempreverdi, adatte per le zone a clima mite; nelle regioni più fredde devono essere piantate in posizioni protette. Sono ottime per le bordure e sopportano ........

Yucca
La Yucca è un genere di 40 specie di piccoli alberi o arbusti sempreverdi, delicati o rustici, mlto longevi, adatti anche per i terreni sabbiosi. Hanno foglie lunghe, nastriformi, spesso con apice spinoso. ........

Magnòlia (Magnolia)

La Magnòlia (Magnolia), originaria dell'Asia, America, Antille e Filippine comprende circa 80 specie ed è un Albero o arbusto a foglia sempreverde o caduca.
Le foglie sono di varia forma, più ........

Nicandra

Nicandra, genere comprendente una sola specie perenne, suffruticosa, particolarmente adatta per le bordure, con fiori, foglie e frutti molto ornamentali. I fiori hanno la caratteristica di aprirsi solo per poche ore durante ........

 

 

Ricetta del giorno
Torta di pere caramellate
Sbucciare le pere, tagliarle a metà e togliere il torsolo, quindi tagliarle a fette piuttosto spesse e bagnarle con il limone. Nel frattempo accendere ....
sono presenti 501 piante
sono presenti 215 articoli

tutte le piante
annuali bulbose perenni il mondo delle rose il mondo delle primule
succulente
a foglia caduca sempreverdi
sempreverdi e decidue
a foglia caduca sempreverdi
da fiore
acquatiche
appartamento
tecnica
frutteto
attrezzi
Verande Piscine Illuminazione giardino Cancelli e recinzioni Arredamento giardino
elenco completo articoli profilo di una pianta

lavori del mese
lotta ai parassiti
tutto piscine



Nierembergia

Nierembergia, genere di 35 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni. Due delle specie discritte si coltivano solitamente come annuali e si utilizzano nelle aiuole, nelle bordure e in vaso. La specie nana è particolarmente ........

Pernettya

Pernettya, genere di 20 specie di arbusti sempreverdi, rustici, a crescita lenta, appartenenti alla famiglia delle Ericaceae. La specie descritta è adatta per coprire il terreno nelle posizioni soleggiate o a mezz’ombra. ........

Cardiocrinum

Cardiocrinum, genere di 3 specie di piante perenni, bulbose, rustiche, affini al genere Lilium dal quale si differenziano per il fatto che i bulbi si esauriscono dopo la fioritura e le piante muoiono. Altra differenza è ........

Ceratostigma

Ceratostigma, genere di 8 specie di piante erbacee e suffruticose, perenni, semirustiche. Le specie descritte sono adatte per la coltivazione nelle bordura miste. Nelle regioni a clima invernale molto freddo, non resistono ........

Gazania (Gazania)
La Gazania (Gazania) è originaria dell'Africa del Sud, comprende circa 25 specie ed è un'erbacea perenne o annuale, a vegetazione cespugliosa e con steli spesso striscianti. Le foglie sono radicali, ........

Ricetta del giorno
Lenticchie speziate all'indiana
Lavate le lenticchie e lasciatele scolare. Intanto in una padella mettete a rosolare la cipolla rossa, ben triturata, nell'olio e quando questa ....


 articolo Cucina Alimentazione
Slow Food o Fast Food? freccegiovedì 19 settembre 2013

Salve a tutti!!! Si sa che è sempre un piacere, consumare i pasti quotidiani in qualche locale. Da sempre ci piace stare insieme a qualche amico, la nostra famiglia o la nostra metà davanti ad un tavolo pieno di prelibatezze. Ma a questo scopo, cosa preferite? Slow Food o Fast Food? Tra lo Slow Food e il Fast Food esiste un mondo, creato direttamente dalle nostre scelte quotidiane. Andiamo a vedere, in modo più dettagliato, queste differenze abissali tra lo Slow Food e il Fast Food. Lo Slow Food nella pratica più concreta, è il nostro classico ristorante.

Infatti, il concetto o il termine, per intenderci, nasce proprio a contrasto del modello alimentare ''FAST'', implica il ritrovato piacere di un ritmo di vita meno frenetico e lascia lo spazio ai piaceri della tavola. D'altro canto, si sa, che l'unione si vede a tavola, da sempre è il momento considerato per riunirsi, dopo le moltitudini di impegni giornalieri, fanno d'esempio tutte le nostre storie del passato, dai tempi più remoti a oggi, l'unione a tavola è importante! Non credo che troverete mai qualcuno al mondo, di qualsiasi religione, razza o cultura diversa che sia in contrasto con questa teoria, e vi dirò che c'è anche un detto romano che dice “Chi non mangia in compagnia, o è un ladro o è una spia”.

Andiamo a vedere, invece, il Fast Food. Fast Food, significa letteralmente “cibo veloce”, infatti si tratta di locali dove il cibo viene servito senza troppi fronzoli e attese e per la maggior parte delle volte anche self service. Questo modello è stati importato direttamente dagli USA, che si può dire con certezza è la patria del FAST FOOD. Il piatto più conosciuto e anche criticano è il classico panino con l'hamburger accompagnato dalle patatine fritte con bibite di diverso tipo dette soft drink (bevande analcoliche). Le critiche più comuni ai Fast Food pongono l'accento sul problema che in questo tipo di ristorazione si consumano troppi grassi e poche verdure o poca frutta.

Tuttavia, tale tipo di ristorazione, soprattutto nel nostro paese si sta evolvendo, dato che sono nati nuovi tipi di fast food, che propongono piatti a base anche di frutta e verdura. Precisamente nel mercato italiano, come Fast Food, possiamo trovare pizzerie o locali che offrono piatti veloci ispirati alla nostra buon tradizionale cucina. A pagarne le conseguenze dei fast food sono spesso gli adolescenti, che sono i clienti principali dei suddetti locali. Alcuni ricercatori svedesi hanno messo sotto accusa i piatti dei fast food, in quanto sostenevano che se consumati spesso e in grosse quantità, si correva il rischio di sviluppare la malattia di Crohn o la rettoculite ulcerosa.

I piatti maggiormente colpiti da queste accuse erano gli hamburger , gli hot dog e le patatine fritte, tutti accompagnati dalle loro salse e le cosiddette bevande soft, che poi non sono cosi soft a causa della grande quantità di zuccheri che contengono. Al contrario i nutrizionisti americani non hanno mai condiviso questa ipotesi. Per concludere, il fast food ci fa gola a tutti, sia per le modiche cifre sia per i cibi stessi, non esistono controindicazioni a tale proposito, il segreto sta nel non abusarne! La scelta è vostra, signori, cosa preferite... Slow Food o Fast Food?

©  RIPRODUZIONE RISERVATA

Laura  Massaroni - vedi tutti gli articoli di Laura  Massaroni



Se ti è piaciuto l'articolo Diventa fan Clicca su
 
Condividilo su: